Un metodo pirata per vedere le partite di DAZN, Sky e Mediaset, ma cosa si rischia?

Viene chiamato ‘pezzotto’ e con solo un pagamento di 10 o 15 euro, è possibile accedere all’offerta di Sky, Mediaset e Dazn. Peccato che sia illegale.

L’offerta televisiva per gli appassionati di calcio è molto vasta e difficile da seguire. Un tifoso che vuole seguire tutto il campionato di serie A, deve dividersi tra Sky, Mediaset Premium e la neonata Dazn.

Quindi un tifoso per seguire tutte le partite deve sostenere una spesa abbastanza elevata, ma c’è la possibilità di ovviare il problema, peccato che è illegale!!

Che cosa è il “pezzotto”?

È stato messo in vendita un sistema, definito “pezzotto”, che permette di usare codici e schede duplicati o contraffatti per poter guardare i programmi delle tre pay-tv, Sky, Mediaset e Dazn, con un costo che va dai 10 ai 15 euro al mese.

La Procura di Roma ha condotto un’inchiesta evidenziando la metodologia e il funzionamento del sistema. Vi è una “catena di comando” che promuove il sistema contraffatto, composta da “promotori” che pubblicizzano il prodotto e da chi va nelle case per programmare le smart tv con i codici seriali contraffatti.

Con il “pezzotto” illegale cosa si rischia?

Sia chi installa il servizio che gli utenti rischiano il carcere e una multa. La Corte di Cassazione, con la sentenza 46443, respinge il ricorso contro la condanna a 4 mesi di reclusione e 2 mila euro di multa imposta ad un uomo che invece di pagare il canone della pay Tv ha ricorso al sistema “card sharing”, violando così la legge sul diritto d’autore (articolo 171 octies legge 633/1941). Il ricorrente ha sostenuto di aver acquistato i codici sul web, secondo il quale la norma contestata era riservata solo alle attività illecite a livello commerciale.

Il “pezzotto: violazione dell’art. 171

La Cassazione smonta la difesa, ricorrendo all’articolo 171 ter lettera f) bis, che punisce l’importazione, la distribuzione, il noleggio, la vendita e la cessione delle attrezzature “taroccate” per eludere le misure tecnologiche di protezione.

Tale articolo estende le “punizioni” anche a chi si serve, oltre a chi produce il segnale, in modo fraudolento, di codici contraffatti per uso privato.

Quindi, l’accusato, che, senza disporre di una smart card, riusciva comunque a vedere le pay tv, tramite un decoder alimentato dalla rete domestica lan e internet. Il tutto collegato alla tv con connessione satellitare per garantendosi la visione dei programmi sky. La suprema corte ha dichiarato che il sistema è “fraudolento”, condannandolo a 2mila euro di ammenda, oltre alla macchia sulla fedina penale.

Quello che vi sconsigliamo vivamente, è di non affidarvi a questi metodi di trasmissione illegale, in quanto potreste rischiare grosso, violando l’art. 171 riguardante la tutela del diritto di autore.

Sky e Mediaset contraffatti? Ecco cosa si rischia

Un metodo pirata per vedere le partite di DAZN, Sky e Mediaset, ma cosa si rischia? ultima modifica: 2018-10-12T08:19:42+00:00 da Maria Di Palo

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.