WhatsApp e altre app di messaggistica: perché non vanno usate in Cina

L’Università della California, ha diffuso un avvertimento sui viaggi in Cina ad alcuni dei suoi studenti, consigliandoli a non utilizzare WhatsApp e altre applicazioni di messaggistica o fare “dichiarazioni politiche sfavorevoli o messaggi sui social media” mentre vi trovate sul territorio cinese. La preoccupazione è che conversazioni possono essere controllate dalle forze dell’ordine contro gli utenti.

Attenzione! Non usate WhatsApp o altre app in Cina

In Cina è permesso usare solo applicazioni che possono essere controllate dal Governo, di conseguenza WhatsApp, la più grande piattaforma di messaggistica al mondo, come anche altre applicazioni di messaggistica sono state praticamente bloccate.

Inizia tutto con qualche problemino: impossibilità di condividere le foto o video con i vostri contatti WhatsApp, poi subito dopo avviene il blocco totale dell’applicazione. Il Governo cinese non riesce a controllare queste applicazioni di messaggistica e allora interviene bloccandole.

La Cina a colpo d’occhio

Il servizio di messaggistica di WhatsApp è stato intercettato in Cina come parte delle misure di sicurezza per il Congresso Nazionale del Partito Comunista.

Robert Lawrence Kuhn, consigliere dei leader cinesi e delle società multinazionali ha dichiarato: “Il periodo di una riunione è normalmente un momento in cui le restrizioni sono più elevate. Tutto accade per garantire condizioni sociali ideali e il Congresso non deve essere interrotto’’. La piattaforma verde si rifiuta categoricamente si rispondere a questi commenti.

Leggi anche: WhatsApp: dopo l’incubo Momo, arriva Olivia, il personaggio che spaventa gli utenti

Leggi anche: Buy buy WhatsApp e Telegram: in arrivo l’app per inviare messaggi senza connessione internet

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.