Terremoto a Napoli: tanta paura e gente in strada

Sciame sismico a Napoli, paura stamattina per delle scosse di terremoto avvertite dalla popolazione che è scesa in strada.

Scosse di terremoto in sequenza a Napoli, che hanno portato tanta paura tra la gente, che è scesa in strada nonostante l’allerta da Coronavirus. Il sisma ha scatenato il panico in molte zone dell’area flegrea e a Pozzuoli.

Tanta paura e gente in strada: scosse di terremoto in sequenza in Campania

Si sarebbe trattato di un vero e proprio sciame sismico quello che ha interessato la Campania, precisamente l’area flegrea, che ha portato tanta paura e tanta gente in strada. L’epicentro si è localizzato nella zona di Pozzuoli e della Solfatara tra le ore 04,00 e le 05,00 di stamattina.

Decine di segnalazioni si sono avute dal centro di Napoli, in particolare dalle zone di Fuorigrotta, Bagnoli, Agnano e Pianura. Il terremoto è stato registrato dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia.

Le scosse sono state tre, con magnitudo tra i 2 e i 3.1; l’ultima di 3.1 è quella che ha fatto scendere le persone in strada.

Il fatto che le scosse siano state percepite in modo molto intenso ha fatto sì che, nonostante che ci sia l’allerta Coronavirus, la gente è scesa in strada. ciò è accaduto perchè la profondità delle scosse è stata di appena 2 chilometri.

Ultimamente, in queste zone, gli sciami sismici si stanno verificando spesso. Sui social sono centinaia le segnalazioni degli utenti: c’è chi afferma che si è sentito un forte rumore e chi raacconta di essere stato svegliato dal proprio cane, che pochi attimi prima della scossa si era messo ad abbaiare.

Napoli sta vivendo situazioni difficili, come anche molte città d’Italia. Tra terremoto e Coronavirus si vive una situazione a dir poco drammatica, si spera che tutto passi in fretta.

La settimana scorsa varie scosse di terremoto sono state avvertite nel Foggiano con un amagnitudo di 3,7, così come in Sicilia; fortunatamente non ci sono stati danni alle persone.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp