Terremoto in Abruzzo: nella notte la terra trema ancora, chiuse le scuole in 9 Comuni

Terremoto, trema ancora l’Abruzzo, stanotte altre tre scosse di magnitudo 2.6, 2.3, e 3.5

Dopo la forte scossa di terremoto registrata ieri di magnitudo 4.4 in Abruzzo e avvertita abbastanza bene sia nella capitale che in alcune zona della Campania, stanotte alle 00:19 un’altra scossa si è avvertita di magnitudo 3.5 avvertita in provincia dell’Aquila. Rimarranno le scuole chiuse in Ciociaria e in 9 Comuni dell’aria interessata, molti disagi sui treni AV.

Andiamo a vedere esattamente cosa sta succedendo

La scossa che si è avuta stanotte alle 00:19 di magnitudo 3.5 ha lo stesso epicentro della scossa di magnitudo 4.4 che si è avuta ieri alle 18,30 e cioè a pochi chilometri a sud est di Balsorano, al confine tra Lazio e Abruzzo. Dopo il terremoto delle 18,30 si sono avute ben tre scosse, due molto vicine, una alle 22,39 di magnitudo di 2.6 e una alle 22,40 di magnitudo 2.3 con profondità che vanno dagli 11 ai 14 metri, gli epicentri Sora e Pescosolido.

Vogliamo dire che la scossa che si è avuta ieri è stata avvertita anche nei due capoluoghi romani e campani, nel basso Lazio e da Frosinone a Cassino, molto forte a Sora.

Nel capoluogo campano si è sentito forte nella zona residenziale di Chiaia e sulla zona del lungomare, avvertita e sentita molto bene da chi vive ai piani alti.

Terremoto in Abruzzo di magnitudo ML 4.4, avvertito a Roma e Napoli


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.