Tesla accumula ritardi e problemi con il suo futuro camion elettrico

Tesla Semi: primo camion elettrico del produttore californiano rinvia il suo debutto al 2021

Lo sviluppo e il lancio di Tesla Semi sono stati più difficili del previsto per la casa automobilistica di Elon Musk. Durante la sua presentazione il CEO di Tesla disse che le prime consegne del nuovo modello sarebbero avvenute nel corso del 2019. Purtroppo però le stime si sono rivelate in quel caso sbagliate. Infatti il camion elettrico accumulerà almeno 2 anni di ritardo. Nella sua ultima apparizione pubblica, Elon Musk ha rivelato diverse innovazioni di prodotto, confermando il nuovo ritardo nell’arrivo della nuova Tesla Semi. Musk non è stato molto chiaro al riguardo, limitandosi a dire solo che le consegne erano state spostate nel 2021, senza specificare una data più specifica.

Tesla Semi: primo camion elettrico del produttore californiano rinvia il suo debutto al 2021

Il nuovo camion elettrico di Tesla è stato originariamente introdotto nel 2017 ed era già stato presentato in quel momento diversi mesi dopo di quanto precedentemente annunciato. Nonostante ciò, il modello è stato presentato molto prima che la società avesse completato il suo sviluppo, quindi temiamo che questo primo ritardo fosse dovuto solo a complicazioni nella fabbricazione dei prototipi mostrate durante l’ evento di presentazione.

Allora, il marchio ha annunciato le prime consegne per il 2019, due anni dopo, ma con l’avvicinarsi di quella data, la società ha dovuto ritardare di nuovo la produzione del modello, il che significava ritardarlo fino alla fine del 2020 e anche, annunciando che il camion sarebbe stato prodotto solo in quantità limitata.

Ora scopriamo che le prime consegne non avranno luogo fino a un tempo indeterminato nel 2021, il che significherà 4 anni di attesa dopo la sua presentazione. In teoria, Tesla ha ricevuto centinaia di prenotazioni immediatamente dopo aver svelato il modello, quindi ci chiediamo se tutti i clienti attenderanno pazientemente o se ci sono già disdette da parte di chi non può aspettare fino al prossimo anno.

Al momento le ragioni dei ritardi nell’arrivo del camion sono sconosciute, ma non sembra una coincidenza che Elon Musk abbia annunciato la nuova data di consegna pochi giorni dopo aver appreso che l’ufficio del registro dei brevetti e dei marchi degli Stati Uniti (USPTO) abbia respinto una richiesta di Tesla relativa al camion.

Ti potrebbe interessare: Coronavirus: Tesla ha annunciato una riduzione temporanea dello stipendio dei suoi dipendenti tra il 10 e il 30%


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp