Tesla: Elon Musk accusa l’EPA di aver eseguito male i test sulle sue auto

Il CEO di Tesla si scaglia contro l’EPA rea di aver eseguito male i test per determinare l’autonomia della nuova Model S Long Range Plus

Come al solito, le dichiarazioni di Elon Musk hanno nuovamente creato polemiche e problemi dove non ce n’erano. Questa volta con l’EPA, che l’uomo d’affari sudafricano accusa di aver eseguito male i test di autonomia durante l’approvazione di Tesla Model S Long Range Plus. La risposta dell’EPA non ha tardato  ad arrivare. Questa ha negato completamente queste accuse affermando che il modello elettrico non è in grado di raggiungere la gamma di autonomia annunciata da Musk. Secondo la spiegazione di Elon Musk, i dipendenti dell’EPA hanno lasciato le chiavi all’interno del veicolo la notte prima delle prove , il che significava che il veicolo, una volta rilevata la chiave, ha attivato la modalità standby e quindi speso parte dell’energia accumulata nelle batterie.

Il CEO di Tesla si scaglia contro l’EPA rea di aver eseguito male i test per determinare l’autonomia della nuova Model S Long Range Plus

Secondo Musk, la quantità consumata durante la notte sarebbe di circa il 2% , motivo per cui il giorno seguente i dipendenti dell’EPA non sono riusciti a raggiungere i dati di autonomia stimati da Musk. I test di autonomia EPA hanno prodotto cifre molto positive per questa versione della berlina elettrica, poiché sono stati approvati non meno di 629 km.

Una cifra molto alta e che è un riferimento per l’intero mercato dell’elettricità, specialmente nel suo segmento, ma che secondo le dichiarazioni di Elon Musk non è sufficiente. Secondo Musk, la Tesla Model S Long Range Plus dovrebbe poter raggiungere o superare i 644 km. Una cifra solo leggermente più alta ma se fosse stata raggiunta sarebbe stata la prima volta che un veicolo elettrico di produzione riusciva a raggiungere questo traguardo.

Secondo le recenti dichiarazioni dei portavoce dell’EPA, la storia di Elon Musk è semplicemente falsa. L’organizzazione nega l’aneddoto delle chiavi dimenticate, semplicemente il modello S Long Range Plus non raggiunge le 400 miglia di autonomia. Sottolineando inoltre che né Elon Musk né la società li hanno contattati per una possibile ripetizione dei test e che se è necessaria una revisione dei test effettuati, essi sono aperti a discutere qualsiasi risultato o procedura.

Ti potrebbe interessare: Tesla nonostante il coronavirus aumenta i ricavi nel primo trimestre 2020


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp