Test di gravidanza “ClearBlue Digital” ritirato: ecco i lotti

Test di gravidanza spagnoli e probabilmente venduti in Italia richiamati a causa di un errore nelle istruzioni.

È stato segnalato dal Ministero della Salute spagnolo e chiesto il ritiro del test di gravidanza “ClearBlue Digital” richiamato a causa di un errore nelle istruzioni e ha raccomandato alle farmacie di ritirare al più presto i prodotti individuati nei lotti in questione.

Ecco i test di gravidanza ritirati, informazioni e lotti

La società spagnola AEMPS ha segnalato il ritiro di vari test di gravidanza “ClearBlue Digital” con indicatore Weeks-1CT prodotto dalla ditta SPD Swiss Precision Diagnostics, il motivo del ritiro è dovuto alla sua distribuzione con le istruzioni per l’uso sbagliate.

L’errore che risulta grave, riguarda la lettura visiva e l’osservazione di chi lo usa delle sue linee blu e nel confrontarle con gli esempi che si trovano solitamente nelle istruzioni. Nelle istruzioni corrette, che sarebbero essere dovute e fornite all’interno del prodotto, il risultato viene letto direttamente sul display che è digitale con i termini non incinta e incinta.

I batch che riguardano il richiamo del prodotto e il conseguente ritiro dal commercio sono:

  • 1SA, MSP947; 1SA, MSP948; 1SA, MSP944; 2SA, MSP950
  • 2SA, MSP950; 2SB, MSP943;

Il prodotto è di origine spagnolo ma ciò non toglie che sia stato commercializzato anche in Italia, in quanto sappiamo troppo bene come negli ultimi tempi è facile fare acquisti su internet, tenendo presente anche che questo è un prodotto che potrebbe interessare qualche ragazza che pensa di aver commesso qualche errore e non vuole farlo sapere in famiglia.

A parte di raccomandare alle farmacie di ritirare il prodotto dal commercio, ma anche per chi lo avrebbe potuto acquistare, di controllare i lotti interessati, e al momento che vanno ad aprire il prodotto, se avessero qualche dubbio possono contattare il centro assistenza clienti e chiedere informazioni, o meglio ancora si possono recare alla farmacia dove è stato acquistato e chiedere il cambio del prodotto.

Allarme antidolorifici: possono causare rischi di infarto


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube