Coronavirus: in arrivo il test rapido made in Usa, costa 5 dollari e bastano 15 minuti

La Fda ha autorizzato la produzione di un test rapido per conoscere la positività o meno al Coronavirus, si ha il risultato in 15 minuti

L’agenzia che autorizza i farmaci in America, la Fda (Food and Drug Administration), ha dato il via libera all’innovativo BinaxNow Covid-19 Ag Card. Si tratta di un test rapido per sapere se si è contratto il Coronavirus. Il prezzo di mercato è 5 dollari e bastano soli 15 minuti per avere il risultato.

Come funziona il test rapido

Il test sviluppato dalla multinazionale americana Abbott, funziona in modo simile ad un normale test di gravidanza. Non è ancora permesso farlo da soli a casa, per questo motivo è comunque necessario l’intervento di un operatore sanitario o di un farmacista. Quest’ultimo effettua il solito tampone nasale e lo passa sul kit, che ha la forma di una carta di credito, insieme ad un reagente. 

In 15 minuti si avrà il risultato del test, che si potrà leggere direttamente sulla scheda. Analogamente ad un test di gravidanza una linea indica che il test è negativo, mentre due linee simboleggiano la positività. In caso di negatività viene rilasciata una sorta di pass digitale temporaneo, tramite un’app scaricabile sul proprio smartphone. 

Quando arriverà in Italia?

La casa produttrice ha fatto sapere che a partire da ottobre saranno prodotti circa 50milioni di campioni al mese. Al momento il Governo degli Stati Uniti ha ordinato circa 150milioni di kit. La Fda ha, tuttavia, specificato che il test si avvale di antigeni, quindi non è da considerarsi attendibile alla stregua di un classico tampone. In particolare, vista la sua rapidità, è stato autorizzato per i medici che hanno pazienti sospetti, che in questo modo possono essere testati entro i 7 giorni dalla comparsa dei sintomi. 

Non è possibile affermare con certezza se il BinaxNow Covid-19 Ag Card arriverà in Italia, ma  in Emilia-Romagna si sta già studiando la realizzazione di un suo concorrente. L’Unità Operativa di Microbiologia dell’Ausl della Romagna, insieme all’Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna sono al lavoro per sviluppare test rapidi analoghi. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp