TFR o TFS, per i dipendenti pubblici in pensione, quando arriva?

TFR o TFS, per i dipendenti pubblici in pensione, quando arriva? Continuano le ingiustizie per i dipendenti del settore pubblico.

TFR o TFS, in pensione, quando arriverà? I quesiti dei nostri lettori:

1) Buongiorno vorrei sapere quando prenderò il tfs io sono andato in pensione il 1° novembre 2017 con 42 anni e 10 mesi eta 64. Grazie

2) Sono andato in pensione il 1/9/2017 per raggiunti limiti di età, come ex Inpdap, dipendente pubblico il mio servizio è stato di 26 anni di pubblico servizio + 13 di artigianato ricongiungimento. Ancora a tutt’oggi non ho ricevuto il tfs di circa 30 Milà euro, il mio quesito è : quando dovrò aspettare ancora? Grazie anticipatamente per la risposta. Cordiali saluti

Analzziamo cosa riporta per il pagamento del trattamento fine rapporto nel settore pubblico, la normativa vigente.

Trattamento fine rapporto per i dipendenti pubblici

Come specificato nell’articolo: TFR, TFS o buonuscita, i dipendenti pubblici quando la ricevono?

A partire dal 1° gennaio 2014, i dipendenti che hanno terminano il servizio e hanno maturato i requisiti pensionistici da tale data, il pagamento dell’indennità di buonuscita (TFS) è corrisposto come segue (articolo 1, comma 484, legge 27 dicembre 2013, n. 147):

  •  in unica soluzione, se l’ammontare complessivo lordo è pari o inferiore a 50.000 euro;
  •  in due rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 50.000 euro e inferiore a 100.000 euro (la prima rata è pari a 50.000 euro e la seconda è pari all’importo residuo);
  •  in tre rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 100.000 euro. In questo caso la prima e la seconda rata sono pari a 50.000 euro e la terza è pari all’importo residuo. La seconda e la terza somma saranno pagate rispettivamente dopo 12 e 24 mesi dalla decorrenza del diritto al pagamento della prima.

Il TFS o indennità di buonuscita è corrisposta d’ufficio, pertanto il lavoratore non deve fare alcuna domanda per ottenere la prestazione.

Liquidazione TFR o TFS nei casi di cessazione del rapporto di lavoro

Termine di pagamento del TFR/TFS:

  • entro 105 giorni in caso di cessazione del rapporto di lavoro per inabilità o decesso;
  • non prima di un anno se la cessazione del rapporto di lavoro è per pensionamento con il raggiungimento dei requisiti per servizio o per età;
  • non prima di 24 mesi se la cessazione del rapporto di lavoro avviene per dimissioni volontarie (licenziamento, destituzione del servizio, con o senza diritto a pensione, ecc…).

Se la liquidazione non viene corrisposta entro i predetti termini, al dipendente sono riconosciuti gli intessi di ritardato pagamento, nel caso in cui il TFR viene pagato oltre i 105 giorni e dopo 3 mesi dai 12 e 24 mesi, nei vari casi sopra esaminati.

Prescrizione TFR entro 5 anni

La prescrizione del TFR o TFS è disciplinata dall’art. 2934 del codice civile, che detta: “Ogni diritto si estingue per prescrizione, quando il titolare non lo esercita per il tempo determinato dalla legge”.

La prescrizione del trattamento di fine rapporto è di cinque anni, tale termine inizia a decorrere dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Ci sono alcuni casi in cui la prescrizione è di 10 anni, ed esattamente:

  • nel caso di risarcimento del danno contrattuale, richiesto dal lavoratore;
  • nel caso di erogazione una tantum;
  • nel caso in cui il lavoratore esercita i suoi diritti e li faccia valere per il passaggio di qualifica.

La prescrizione dei 5 anni, opera anche per tutte le indennità spettanti al lavoratore in conseguenza della cessazione del rapporto di lavoro. Ai sensi dell’ art. 2935 del c.c., inizia  a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere, quindi dalla data di cessazione del rapporto di lavoro.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.