TFS dipendenti pubblici: come calcolare quanto spetta

Vediamo come calcolare il TFS spettante per i dipendenti del pubblico impiego senza dover ricorrere alla certificazione dell’INPS.

Ottenere al certificazione del proprio TFS dall’INPS è diventato davvero difficile e da quel che si sta evincendo, da quel che ci scrivete, viene rilasciata soltanto a chi effettivamente ha intenzione di chiedere un anticipo del TFS ad una banca. Se vuole, quindi chiedere l’anticipo ad una banca ne scelga una la comunichi in sede di richiesta della certificazione e quest’ultima le verrà rilasciata. Ma se non intende pagare gli interessi alla banca. può procedere nel calcolo che le spiegherò sotto per quantificare il suo TFS spettante.

Come sapere quanto TFS spetta

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno. Scrivo ancora una volta per chiedere lumi circa la corresponsione del Tfr. Come in precedenza detto, ho lasciato il lavoro con l’opzione Ape Sociale,avendo il requisito dell’invalidità al 75%, 63 anni d’età e 32 di contributi versati. Sono ex dipendente pubblico. Ieri mi sono recata alla sede INPS della mia provincia per avere informazioni per come richiedere la quantificazione della mia così detta “buonuscita”. Mi è stato detto che essendo il mio un assegno di accompagnamento all’età pensionabile devo attendere i 67 anni +altri 24 mesi per poter percepire quanto mi spetta. In pratica vedrò i miei soldi a fine 2025. Posso anche capire il meccanismo ma non mi spiego perché oggi non mi possono certificare la cifra che comunque è già versata e non penso verrà modificata negli anni a venire. Volevo chiedere se potrò avere tramite banca un acconto, ma la mancata quantificazione me lo impedisce. Insomma, chi come me ha fatto questa scelta è penalizzato al massimo. Spero voi sappiate dirmi se ho un modo per conoscere la cifra che mi spetta. Grazie anticipatamente. 

Per calcolare grossomodo il proprio TFS spettante basta sapere l’ultimo stipendio mensile lordo (per i dipendenti degli Enti locali, invece, serve la media degli stipendio dell’ultimo anno di lavoro).

Una volta che si ha l’ultimo stipendio lordo bisogna prendere in considerazione l’80% di questa cifra e moltiplicarlo per gli anni di servizio effettivamente prestato. La cifra ottenuta, poi, va moltiplicata per 13 e quindi divisa per 12. In questo modo otterrete all’incirca il TFS spettante.

Facciamo un esempio su uno stipendio medio di 1650 euro per un dipendente che ha lavorato 38 anni.

L’80% di 1650 euro è 1320 euro.

Moltiplichiamo per i 38 anni di lavoro: 50160.

Moltiplichiamo poi per 13: 652080

E dividiamo per 12: 54.340 euro è il TFs spettante.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.