Ticket sanitario: il nuovo Governo punta all’abolizione del contributo

Roberto Speranza, neoministro della Salute, punta all’abolizione del ticket sanitario, il contributo fisso che fu deciso dal Governo Prodi.

Il neoministro della Salute, deputato di Liberi e Uguali, vuole abolire il contributo fisso su visite ed esami deciso dal Governo Prodi e introdotto dal Governo Berlusconi.

Abolizione ticket sanitario

Ridurre la diseguaglianza e rendere la sanità accessibile a tutti, questo è ciò che spera di ottenere il nuovo Ministro della Salute Roberto Speranza abolendo il superticket sanitario. Il contributo fisso di 10 euro a ricetta per visite o esami fu deciso nel 2008 dal Governo Prodi. Ad introdurre la misura, però, fu il Governo Berlusconi nel 2011, aggiungendolo così alla quota di 36 euro del ticket normale sulle prestazioni sanitarie.

Ogni Ministro della Salute dei governi precedenti ha permesso che questa legge potesse continuare ad esistere. Il superticket, infatti, è stato fino ad ora un’imposta obbligatoria per tutte le Regioni italiane. Qualora le Regioni si fossero rifiutate di aderire alla legge, avrebbero dovuto garantire allo Stato lo stesso ricavato, subendo così gravi penalizzazioni. A partire dalla prossima manovra finanziaria, quindi, il Governo potrebbe abolire il superticket sanitario.

Conseguenze

Il costo complessivo ricavato dal superticket è di circa 800 milioni di euro. La proposta di legge avanzata dal partito di appartenenza di Speranza, Liberi e Uguali, stima che la perdita ammonterebbe a circa 600 milioni di euro. La copertura dell’abolizione sarebbe coperta dalle risorse già stanziate per la Legge di Bilancio 2018 (60 milioni di euro annui nell’arco del triennio 2018, 2019 e 2020), ma soprattutto dalle entrate ricavate dall’abolizione della deduzione forfettaria dei canoni di locazione, pari a ben 545 milioni di euro annui.

Ti potrebbe interessare anche: Ticket non pagati: in arrivo la stangata con avvisi bonari


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.