Tide Pods Challenge: mangiare detersivo per sfida, l’ultima assurda moda

L’ultima assurda moda è la Tipe Pods Challenge, ovvero sfidarsi a mangiare queste capsule di detersivo per lavatrici che di certo non fanno bene.

Di mode assurde, masochiste e inquietanti ce ne sono state tantissime. Tutte incitano alla morte e tutte vogliono far provare a chiunque ne abbia anche il solo minimo interesse, il brivido della morte, o meglio, sfiorare quegli istanti prima di morire con la promessa di tornare in vita subito dopo. Insomma, delle challenge o sfide che nascono altrove, in Germania, Russia o USA, e fanno il giro del mondo arrivando in Italia e non solo. Volete conoscere l’ultima? Il suo nome è  Tide Pods Challenge e non ha nulla di buono. Invece di fare delle challenge che possano fare del bene, che incitano a sentimenti come la solidarietà e il rispetto, sentimenti che non esistono più ormai, sono sempre più di moda queste assurde sfide per provare la morte. Comunque sia, vediamo di cosa si tratta.

Mangiare del detersivo per lavatrice, ecco cos’è la Tide Pods Challeng

L’ultima pericolosa sfida nasce negli USA e consiste nel riprendersi col cellulare o altri dispositivi videocamera mentre si morde e si mangia la capsule del detersivo per la lavatrice.

A parlare del problema è stata la American Association of Poison Control Centers, l’associazione che rappresenta i centri antiveleni nazionali, la quale ha dichiarato di aver  ricevuto delle chiamate particolari.

Tali chiamate particolari erano tutte uguali: giovani che mangiavano tali capsule di detersivo.

Un fattore molto importante e quindi anche molto pericoloso della challenge è lo strumento social. Di conseguenza,   YouTube, Facebook e Instagram, hanno pensato bene di rimuovere i video che riguardano la sfida.

Nel loro modo hanno cercato di aiutare e quindi di eliminare video contenenti questo hashtag: #TidePodsChallenge.

Dall’altro canto, a muoversi è stata anche l’azienda produttrice del detersivo la quale ha voluto totalmente dissociarsi da quanto sta accadendo.

La nota azienda ha pensato bene di creare  una campagna ad hoc di risposta a quello che sta accadendo, con la speranza di fermare del tutto la challenge. Per l’occasione, è stato scelto come testimonial la star del Football Rob Gronkowski.

 

Leggi anche:

Samara Challenge, il gioco pericoloso che fa paura all’Italia di oggi


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.