Tik Tok: ecco quali sono i profili più seguiti in Italia

Tik Tok: ecco quali sono i profili più seguiti in Italia

Tik Tok è il social del momento, un modo nuovo anche per farci vedere, tramite dei protagonisti, come gli eventi si evolvono nel mondo tramite il web. C’è chi lo usa per fare video ironici, divertenti, creativi e chi usa nuovi linguaggi e tenta di insegnarceli.

Tik Tok, vediamo quali sono i profili più seguiti in Italia

Tik Tok rappresenta, ad oggi, il social media alla lunga preferito tra i giovani e giovanissimi: racchiude più di 500 milioni di utenti al mese in tutto il mondo. Purtroppo, come tutte le cose, a volte ci sono personaggi che usano i media in modo improprio e anche con Tik Tok è capitato. Vediamo, però, quali sono i maggiori profili italiani:

  1. Luciano Spinelli, 7 milioni di follower, è il più seguito in Italia. Sono molto famosi i suoi video molto divertenti, in primis i suoi lip sync, lo vediamo nelle sue clip mentre muove la bocca in sincrono o di una scena di un film o di una canzone.
  2. Kessy&Mely, 6 milioni di follower, sono due gemelle che posseggono un cagnolino che combina solo guai. In questa quarantena cercano di regalare delle clip divertenti per cercare di tenere alto il morale della gente, che sta in casa in questo momento.
  3. Marco Cellucci, 5,5 milioni di follower, è uno dei più seguiti e anche dei più particolari. Riesce ogni giorno ad inventare divertenti quiz e giochi e si diverte di rifare scene di film in chiave ironica.
  4. Elisa Maino: 5 milioni di follower, un personaggio nato sul web, ma che è riuscito ad uscire anche fuorida esso. Sul suo profilo si trovano clip musicali e coreografie dance.
  5. Virginia Montemaggi, 4,5 milioni di follower, riesce a far diventare delle scenette di vita reale episodi divertenti. E’ molto ironico vedere i problemi di quotidianità che diventano scenette che tengono attaccati tutti ai telefonini.

Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp