Tira un pugno alla maestra del figlio: denunciato per aggressione un bidello

TIra un pugno all’insegnante di suo figlio e viene denunciato un collaboratore scolastico.

Una maestra è stata colpita daul padre di un suo alunno dope che si era lamentata delle ripetute assenze del bambino. L’uomo, un collaboratore scolastico dell’Istituto comprensivo Ignazio Florio a Palermo, frequentato dal figlio di 10 anni, ha ragito tirando un pugno all’insegnante e minacciandola di morte.

La donna dopo essere stata portata in ospedale ha avuto una prognosi di 6 giorni e ora Maurizio Bronzellino, il bidello di 43 colpevole di aggressione, che tra l’altro è un lavoratore precario, è stato denunciato.

L’uomo aveva chiesto il permesso di far uscire il figlio da scuola prima della fine delle lezioni e l’insegnante ha fatto presenze che le tante assenze del bambino avrebbero potuto inficiare sul suo andamento scolastico. Da qui tra la docente e il padre del bambino è nata una discussione che si è tramutata in una vera aggressione ai danni della docente. L’uomo, che ha già diverse denunce per rissa e percosse, si è preso, in questo modo una nuova denuncia.

La dirigente scolastica dell’istituto spiega che “Il collaboratore scolastico Maurizio Bronzellino ha lavorato per anni in questo plesso scolastico. Negli ultimi tempi era molto preoccupato per i suoi cinque figli. Erano in corso delle pratiche per valutare le condizioni in cui vivevano i suoi figli. So che è seguito dai servizi sociali. L’esortazione dell’insegnante sulle assenze del bambino ha scatenato in lui una reazione che non è giustificabile. Per noi i collaboratori scolastici sono fondamentali. Anche Bronzellino ha contribuito a migliorare le condizioni del plesso che rappresenta un punto di riferimento nella vita di tanti alunni – aggiunge la dirigente. – Purtroppo, per situazioni particolari, non riesce a controllare la rabbia che già era esplosa una prima volta con un altro collega in un’ altra scuola. Quando ho saputo della lite ho spostato Bronzellino in un altro plesso il pomeriggio. Noi educhiamo con l’esempio e dobbiamo garantire la massima serenità ai nostri alunni. Chi sbaglia e non rispetta queste regole deve essere allontanato. Bronzellino aveva chiesto il trasferimento ad altra struttura”.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.