Tiroide e invalidità: il riconoscimento dell’invalidità civile spetta dal 33%

La patologia della tiroide è invalidante e in alcuni casi spetta l’invalidità civile: ecco cosa fare e come fare domanda.

Invalidità e patologia della tiroide, è possibile ottenerla quando la patologia tiroidea comporta: “neoplasie a prognosi favorevole, con modesta compromissione funzionale” con il codice 9322. Come specificato in quest’articolo: Bonus 500 euro per tiroide, quanto c’è di vero, la percentuale invalidante per il riconoscimento dell’invalidità civile deve essere dal 33 per cento in su. Analizziamo un quesito di un nostro lettore che ha subito un intervento totale di tiroidectomia.

Tiroide e invalidità: quando è possibile?

Buongiorno sono Maria ho 57 anni scrivo per chiedere informazioni riguardo un eventuale riconoscimento di invalidità per intervento di tiroidectomia totale volevo sapere se c’è possibilità di avere un bonus grazie cordiali saluti 

Risposta: L’invalidità viene riconosciuta dalla Commissione medica solo quando incide con la capacità lavorativa, quindi solo quando la patologia determina uno squilibrio di iper/ipo-tiroidismo in modo permanente riconducibile ad un handicap grave. Lei può fare domanda e la Commissione valuterà il suo stato fisico e la capacità lavorativa, stabilendo una percentuale invalidante. La prima cosa da fare è recarsi dal medico curante che dovrà inviare il certificato medico telematico all’Inps. Il medico le rilascerà un numero protocollo che dovrà allegare alla domanda d’invalidità che dovrà presentare online sul portale INPS (con il pin dispositivo) oppure tramite patronato. 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”