Tiroide: i rimedi naturali per curarla

Tiroide: patologie e cause, si può curare con rimedi naturali, ecco quali e come fare per evitare che la situazione ci sfugga di mano.

La tiroide è a forma di farfalle ed è una ghiandola endocrina situata nel collo, il cui compito è quello di produrre gli ormoni tiroidei T4 (tiroxina) e T3 (triiodotironina). La tiroide ha importanti funzioni: stimola l’accrescimento scheletrico, influisce sull’eccessivo nervosismo, controlla l’attività cardiaca e lo sviluppo psichico.  Se non funzionante correttamente, la tiroide crea disturbi pesanti per la salute fisica.

Sintomi della tiroide e patologie

La tiroide, se non funziona correttamente, può generare due patologie: ipotiroidismo e ipertiroidismo.

L’ipotiroidismo si innesca quando la ghiandola tiroidea non produce una quantità di ormoni tiroidei sufficienti, causando molteplici effetti: secchezza cutanea, ingrassamento considerato anomalo, stanchezza continua e ripetuta (cronica), costipazione, depressione.

Nell’ipertiroidismo, al contrario, la ghiandola produce una quantità di ormoni eccessiva e comporta: tachicardia, perdita di peso, nervosismo con esplosione di rabbia, sudorazione eccessiva. La causa di ipertiroidismo più comune è il morbo di Basedow-Graves.

La medicina naturale per combattere queste patologie

La medicina naturale è molto usata per combattere i problemi della tiroide e bisogna lavorare su tre aspetti fondamentali: la riduzione dello stato infiammatorio, la disintossicazione dell’organismo, con un cambiamento di stile alimentare e l’evitare situazioni di stress.

I rimedi naturali per disinfiammare e disintossicare l’organismo sono l’utilizzo della betulla e genziana.

La radice di genziana è il rimedio più potente: stimola l’attività epatica e pancreatica, purifica il sangue da tossine ed è ottima associata alla betulla, che è un forte antinfiammatorio e un ottimo drenante.

Come usarlo: 30 gocce di tintura madre di genziana in acqua due volte al giorno, 50 gocce da mettere in poca acqua da bere la mattina prima della colazione; per la purificazione completa deve essere utilizzato per non più di 15 giorni consecutivi.

Per la tiroide pigra

Per la tiroide pigra le erbe da assumere sono anche la mirra, che ha un effetto analgesico e antisettico. Due volte al giorno assumerne 20 gocce, diluite in poca acqua.

Oppure il Coleus, che aiuta il metabolismo tiroideo ad aumentare gli ormoni tiroidei; è consigliato utilizzare due volte al giorno 100 mg di estratto secco di Coleus Forkolii, titolato al 10% in Forkolin.

Per l’ipertiroidismo

Per l’ipertiroidismo è consigliata la melissa: diluire in poca acqua 5 gocce Quintessenza spagyrica di melissa due volte al giorno, lontano dai pasti.

Oppure, Marrubio acquatico da comprare in capsule; una o due al giorno secondo le prescrizioni mediche.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp