Toyota cercherà di ridurre gli errori di guida umani

Toyota ha annunciato che implementerà nelle sue auto un sistema che mitiga alcuni possibili casi di accelerazione incontrollata

Toyota ha annunciato che dall’estate implementerà nelle auto del mercato interno giapponese un sistema che mitiga alcuni possibili casi di accelerazione incontrollata. Questo perché gli incidenti sono in aumento a causa di una popolazione sempre più anziana. Questo annuncio non ha nulla a che fare con la crisi “Pedalgate” di 10 anni fa, quando la Toyota divenne tristemente famosa per gli incidenti stradali presumibilmente correlati a errori di progettazione nelle loro auto. Ormai  le auto sono in grado di sapere molto di più sull’ambiente in cui si muovono. Telecamere, sensori a ultrasuoni, radar ad alta frequenza o GPS ad alta precisione consentono informazioni sul traffico, segnalazioni, possibili ostacoli, ecc.

Toyota ha annunciato che implementerà nelle sue auto un sistema che mitiga alcuni possibili casi di accelerazione incontrollata

Toyota utilizzerà queste informazioni per essere in grado di determinare in anticipo quando il conducente confonderà il pedale premendo l’acceleratore invece di rallentare o fermarsi. Ci saranno anche sistemi che evitano il rischio di altri tipi di incidenti. Questo tipo di progresso integrerà i sistemi ADAS esistenti, che nel caso specifico del marchio giapponese sono chiamati Toyota Safety Sense . In una prima fase questi sistemi avvisano il guidatore, in uno più avanzato applicano correzioni e il passo successivo è quello di anticipare quella correzione per guadagnare tempo prezioso.

Questi progressi per evitare accelerazioni incontrollate, abusi e uscite stradali finiranno per raggiungere altri grandi mercati, come il Nord America o l’Europa, poiché è necessario adattare i sistemi di sicurezza alle particolarità di ciascuna area.

Ti potrebbe interessare: Nuova Toyota Aygo: sarà progettata e costruita in Europa


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp