Trasferimento lavoro con legge 104: la normativa e il diritto del familiare lavoratore

Trasferimento posto i lavoro per avvicinamento con il familiare d’assistere con legge 104 art. 3 comma 3, quando è possibile e i diritti del familiare lavoratore.

Trasferimento lavoro con legge 104: Salve Avv. Elisa da Siena,, sono una dipendente statale a tempo determinato da un anno e mezzo c/o ospedale di …… , io sono  di C., ed ho a carico mia mamma affetta da demenza avanzata, non può più rimanere sola, io sono anche il suo A.M.S. Vorrei sapere se posso usufruire con legge 104 il trasferimento ad una sede più vicina, mi è stato detto che con il tempo determinato non è possibile. Grazie E. G.

Trasferimento lavoro con legge 104: il diritto del familiare lavoratore

Gent.ma Sig.ra 

L’articolo 33 della Legge 104/1992  fa riferimento al lavoratore ed al datore di lavoro senza specificare che il rapporto di lavoro debba essere a tempo indeterminato. Oltretutto, la normativa contrattuale, ai fini della tutela parentale, equipara a tutti gli effetti il rapporto di lavoro a tempo determinato a quello a tempo indeterminato. 

Sulla materia è intervenuta anche la Corte di Cassazione  che, con riferimento all’art. 33, comma 5, L. 104/1992,  afferma il diritto del familiare lavoratore – che assista con continuità un parente o un affine entro il terzo grado in stato di handicap – di scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio, è applicabile non solo all’inizio del rapporto di lavoro, mediante la scelta della sede di prima adibizione, ma anche nel corso del rapporto tramite domanda di trasferimento, senza  alcuna distinzione tra il lavoratore a tempo determinato o indeterminato.

Cordialmente Avv. FernandaElisa De Siena

Trasferimento del posto di lavoro con legge 104, quali vantaggi


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Avv. Fernanda Elisa De Siena

L'Avv. Fernanda Elisa De Siena del Foro di Roma, dove vive ed esercita, si occupa del diritto civile in senso ampio con specializzazione in diritto previdenziale e lavoro, famiglia e minori.