Tredicesima NoiPa 2018: ecco le date di accredito per dipendenti pubblici e docenti

Tredicesima NoiPa 2018 è la gratifica natalizia che tutti i dipendenti pubblici percepiranno sul cedolino di dicembre. Ma quando verrà accreditata? Ecco tutte le novità

Tredicesima NoiPa 2018: Il mese di dicembre e il mese che tutti i dipendenti aspettano con molta ansia, in quanto è il mese in cui percepiscono sulla busta paga di dicembre la tredicesima mensilità, detta anche gratifica natalizia. Il pagamento della tredicesima mensilità è diverso dal lavoratore dipendente al Lavoratore privato.

I lavoratori privati percepiscono la tredicesima mensilità in base a ciò che è stabilito nel loro CCNL di appartenenza, mentre dipendenti pubblici è stabilita dalla legge italiana, tramite l’allegato 1 del decreto legge 350/2001. Tutti i dipendenti pubblici tramite il portale NoiPA possono vedere in anticipo quando percepiranno la tredicesima sul cedolino di stipendio di dicembre.

Con questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza su come viene calcolata la tredicesima e  quando viene pagata ai dipendenti pubblici.

Tredicesima NoiPa 2018: in che cosa consiste

La tredicesima per i dipendenti pubblici spetta nel mese di dicembre e viene caricata sul portale NoiPA, cioè sulla piattaforma dedicata alla Pubblica Amministrazione. Il dipendente pubblico per conoscere la propria tredicesima gli basta accedere a tale portale con la i propri dati identificativi e accedere nella sezione documenti del portale “Documenti personali”, qui può vedere in anticipo il cedolino di dicembre, appena l’amministrazione ha provveduto a caricarlo. Quindi il dipendente può vedere in anticipo l’importo della tredicesima NioPa, del cedolino di dicembre e le ritenute applicate nel mese.

NoiPA tredicesima 2018: quando viene pagata

Per i dipendenti pubblici, per il pagamento della tredicesima 2018 c’è una calendarizzazione diversa per ogni comparto.

NoiPA ha chiarito che l’elaborazione dei pagamenti della tredicesima avviene nel seguente modo:

  • per i vigenti, la tredicesima viene elaborata nel mese di dicembre con l’ultimo cedolino dello stipendio dell’anno;
  • per il personale non più in servizio, o per causa di collocamento a riposo o per causa di dimissione, l’elaborazione della tredicesima viene effettuata sull’ultimo cedolino spettante;
  • per il personale del comparto scuola solo per i temporanei supplenti viene elaborato per il mese di dicembre.

NoiPA , per ora, non ha ancora reso ufficiali le date in cui verrà pagata la gratifica natalizia ai dipendenti pubblici, quindi dovremmo basarci sulla Allegato 1 del decreto legge 350/2001 per dare delle date in anticipo. Vediamo quali potrebbero essere.

Tredicesima NoiPA 2018: date di pagamento

Il pagamento dello stipendio per i dipendenti pubblici durante tutto l’anno è stabilito per il 23 di ciascun mese, tranne per l’ultimo cedolino, cioè quello di dicembre in cui si percepisce anche la tredicesima mensilità. Questo viene anticipato per consentire ai dipendenti di poter usufruire di tale cifra per le feste di Natale.

Anche se non vi è ancora una dichiarazione ufficiale NoiPA che indica nel dettaglio quali siano le date per l’accredito della tredicesima 2018, faremo una previsione in base a ciò che stabilisce la legge. Quindi la tredicesima mensilità verrà accreditata ai dipendenti pubblici nelle seguenti date:

  • il 14 dicembre 2018 per gli insegnanti delle scuole medie ed elementari;
  • il 14 dicembre 2018 viene pagata la tredicesima al personale amministrativo delle direzioni provinciali del tesoro con ruoli di spesa fissa, perché il 15 dicembre è sabato;
  • il 14 dicembre 2018, invece del 16 dicembre perché è domenica, viene pagata la tredicesima agli insegnanti supplenti temporanei;
  • 14 dicembre 2018, sempre perché il 16 cade di domenica, viene pagata la tredicesima mensilità per il restante personale statale, docenti, e così via.

Tredicesima NoiPa 2018: come viene calcolata

Calcolare la tredicesima dei dipendenti, bisogna tenere presente alcuni parametri:

  • giorni lavorati dal primo gennaio al 31 dicembre 2018;
  • i periodi che danno diritto alla tredicesima come:
    • la maternità;
    • congedo matrimoniale;
    • malattie infortuni;
    • riposo riposi e ferie.

E anche i periodi che non danno diritto alla tredicesima:

  • malattia bambino;
  • aspettative non retribuite;
  • permessi non retribuiti;
  • sciopero;
  • assenze ingiustificate;
  • congedo parentale calcolo.

Il calcolo della tredicesima è uguale sia per i dipendenti pubblici che privati. Bisogna tener conto di tutte le voci fisse del cedolino, solitamente la tredicesima equivale a 1/12 del totale percepito tutto l’anno ed è pagata anche se il lavoratore ha lavorato meno di 12 mesi.

La tredicesima per i lavoratori part time è calcolata, invece, in proporzione a quanto hanno lavorato in rapporto ai lavoratori full time.

La tredicesima arriva in anticipo per tutti i dipendenti pubblici, ecco la data precisa


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.