Trofie con salsiccia e asparagi, primo piatto veloce

Una ricetta facile e sbrigativa da preparare anche all’ultimo minuto, le trofie con salsiccia e asparagi un primo piatto primaverile

Trofie con salsiccia e asparagi; primo piatto saporito. Un primo piatto di facile e veloce esecuzione, si prepara giusto il tempo di bollire l’acqua e cuocere la pasta. Le trofie con salsiccia e asparagi, ottimo primo piatto da portare in tavola, proprio in questo periodo, primaverile.

Trofie con salsiccia e asparagi

Un piatto questo salva pranzo, quando non si hanno idee oppure, quando in dispensa abbiamo salsiccia e asparagi da consumare; inoltre è una portata sbrigativa. Le trofie infatti si cucinano in fretta, occorrono cinque minuti di cottura e così anche salsiccia e asparagi; un primo gustoso e genuino. Seguitemi in cucina che oggi, cuciniamo insieme; un primo piatto primaverile.

Ingredienti: porzioni per 2 persone

  • Trofie 200 gr
  • Salsiccia 200 gr
  • Asparagi 300 gr
  • Pomodori pelati 200 gr
  • Olio extravergine d’oliva
  • Pepe
  • Sale
  • Aglio
  • Vino bianco mezzo bicchiere

Preparazione delle trofie con salsiccia e asparagi

Iniziate con pulire e lavare gli asparagi, eliminando la parte più dura, tagliateli poi in pezzi tralasciando le punte intere. In una padella mettete olio e aglio appena rosola, aggiungete la salsiccia privata del budello e fate cuocere mescolando facendo in modo di sgranarla. Quando è ben rosolata unite il vino e lasciate evaporare, aggiungete poi gli asparagi e fateli soffriggere, in un secondo momento, incorporate anche le punte. Aggiungete poi i pelati e pochissimo sale, cuocete coperto fino a far appassire il pomodoro, intanto avete già provveduto a calare le trofie.  Cuocete al dente per cinque minuti.preparazione trofie con salsiccia e asparagi

Scolate la pasta con una schiumarola, direttamente nella padella e amalgamate bene, se occorre annettete un po’ d’acqua di cottura. Aggiungete poi, pepe macinato fresco al momento. Le trofie con salsiccia e asparagi sono pronte per essere servite con parmigiano e peperoncino se piace. Guarda anche: Spaghètt a’ poverèll, primo piatto della tradizione napoletana

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.