Truffa che chiama in causa la Polizia di Stato: attenzione, la Questura avvisa

Attenzione alla nuova truffa che chiama in causa la Polizia di Stato: la Questura diffonde l’allarme per mettere in guardia i cittadini.

E’ in corso una nuova truffa che chiama in causa la Polizia di Stato e attraverso telefonate fa arrivare ai commercianti delle richieste telefoniche, naturalmente false.

L’incaricato chiede al commerciante se vuole abbonarsi ad un periodico della Polizia attraverso la sottoscrizione di un abbonamento offrendo la possibilità di ottenere, oltre alla rivista, anche dei bollini adesivi da poter attaccare sull’auto e sulla vetrina del negozio. Mediante tali bollini, millantava il truffatore, il commerciante sarebbe stato esente da controlli eventuali da parte della Polizia evitando, in tal modo, sanzioni amministrative. Lo scopo, ovviamente, era quello di ottenere indebite somme di denaro in cambio di un abbonamento inesistente.

La denuncia è partita da un titolare di un esercizio commerciale alla Questura di Vercelli, ma non si tratta di un caso isolato poichè nei giorni scorsi sono giunte diverse segnalazioni di altre telefonate che miravano alla stessa truffa.

La Polizia smentisce

La Polizia di Stato ricorda che l’unica rivista ufficiale è “Poliziamoderna” il cui abbonamento annuale è di 24 euro e non viene promosso telefonicamente poichè i canali di vendita sono consultabili sul sito della polizia di Stato stessa.

Gli appartenenti al corpo della Polizia di Stato non propongono, nè telefonicamente, nè di persona, l’acquisto di abbonamenti, non vendono beni e non chiedono denaro ai cittadini. Se, quindi, un appartenente al corpo di Polizia vi dovesse chiedere denaro o provasse a vendere qualsiasi cosa, diffidare e contattate immediatamente la Sala Operativa della Questura a voi più vicina.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.