Truffa FaceApp, un’app simile è un fake che ti lascia al verde

L’applicazione del momento, che sta dettando legge sui social, FaceApp, ha un’app simile fake che svuota il nostro credito residuo. Ecco come.

L’applicazione FaceApp è diventata la moda di questi giorni che sta impazzendo su tutti i social: da Instagram a Facebook, e sembra non conoscere limiti. Non solo persone comuni, ma anche le star di ogni settore sono ormai abbagliate da questa applicazione che permette di vedere come si invecchierà in futuro. Eppure, molti lamentano dei problemi di sicurezza per quanto riguarda i dati personali, ma fino ad adesso, non ci sono stati gravi problemi di questo tipo.
Anche perché, c’è da dire che prima di scaricare l’applicazione, viene presentato all’utente un avviso in cui viene dichiarato pubblicamente che l’immagine propria sarà modificata e quindi manipolata a suo piacimento. Non c’è niente che vada contro la legge; piuttosto, accettando queste note legali che l’applicazione vi presenta, ne siete complici e quindi non ci si dovrebbe lamentare di nulla.

Invece, è pericoloso che parallelamente, stia girando un’altra app che è molto simile a FaceApp e che arrivi a svuotare il credito residuo degli utenti che, ignari, si divertono a vedersi invecchiare. Vediamo di cosa si tratta.

Truffa Iliad, come si rubano i soldi ed i dati personali

FaceApp, come scompare il tuo credito residuo con una app simile

Come già è stato anticipato, esiste una versione fake dell’applicazione che viene presa per vera da alcuni utenti, e che sta facendo una vera e propria strage di soldi.

La prima cosa che ci si ritrova davanti è un modulo adware chiamato MobiDash; fate attenzione: gli store ufficiali di Android e iOS non presentano tale fake app, che invece è trovabile in fonti non ufficiali.

La dinamica della truffa è la seguente: l’applicazione stessa presenta un finto guasto e, di conseguenza, viene rimossa dal sistema, anche se rimane sul vostro cellulare un modulo malevolo nascosto che propina annunci pubblicitari.

Di conseguenza, senza che noi ce ne accorgiamo, ci ritroviamo il credito residuo praticamente a zero, sebbene, noi, pensiamo di non aver fatto nulla di così compromettente.

Questa notizia è uscita fuori perché sono state fatte ben 500 le segnalazioni di questo problema negli ultimi giorni, anche se la truffa sta continuando nel suo scopo, facendo aumentare sempre di più i numeri delle vittime.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.