Truffa Rc Auto, segnalati altri siti irregolari che erogano assicurazioni false

L’IVASS denuncia altri 7 siti truffa che erogano false RC Auto ad ignari automobilisti. Vediamo l’elenco e i consiglio per non incappare nella truffa dell’RC Auto.

Avevamo già affrontato il tema dei siti truffa che erogano false RC Auto ai propri clienti. Ora l’IVASS segnala altri 7 siti che online che erogano assicurazioni per l’auto che non sono regolari e, quindi, false. Inoltre l’istituto di vigilanza fornisce anche importanti chiarimenti su come difendersi dalla truffa dell’RC Auto.

Truffa Rc Auto con falsi contratti di assicurazione

Contratti stipulati online, magri a prezzi molto convenienti che danno, però, il risultato di non essere validi e di conseguenza avere il veicolo non assicurato. Alcuni allettavano i clienti con sconti del 20% e con furto e incendio compreso gratuitamente nella polizza, altri offrivano prezzi competitivi per le assicurazioni dei veicoli temporanee. È possibile, su tali siti, assicurare un veicolo anche per 1 solo giorno con zero spese di agenzia ed emissione della polizza in soli 5 minuti. Purtroppo si trattava di polizze false che non assicuravano affatto il veicolo.

Nel precedente articolo erano stati segnalati ben 12 siti truffa che vendono false assicurazioni ovvero:

  • www.assicuralatemporanea.com
  • www.feniceassicura.it
  • www.assicurazioniabaco.it
  • www.globaleassicura.it
  • www.assicurazionecolombo.it
  • www.misterpolizza.com
  • www.brokerassicurazioni.net
  • www.myassicurazione.net
  • www.categoriabreve.eu
  • www.onebrokerassicurazioni.it
  • www.facileassicura.com
  • www.polizzadiretta.eu

A questa lista si aggiungono i 7 nuovi siti segnalati dall’IVASS proprio in questi ultimi giorni, che sono:

  • www.assicurazioni-beccucci.it;
  • www.manziassicurazioni.it;
  • www.cafassirca.it;
  • www.mansuttibrokers.com;
  • www.segugioassicura.com;
  • www.cercalassicurazione.it;
  • www.sicurezzaassicurazioni.com.

Siti truffa RC Auto, come proteggersi?

L’IVASS consiglia ai clienti di assicurarsi di verificare prima di sottoscrivere le offerte via internet, soprattutto se destinate ad assicurazioni temporanee. L’Istituto consiglia di controllare che i preventivi che si vanno a sottoscrivere e pagare siano riferibili ad imprese e intermediari che siano autorizzati (si può fare controllando gli elenchi delle imprese ammesse ad operare in Italia per le Rc Auto).

L’istituto di vigilanza, inoltre, consiglia ai clienti di controllare anche gli eventuali avvisi di contraffazione.

I pagamenti dei premi effettuati a favore di carte di credito ricaricabili o pregate, fa notare poi l’IVASS, sono da considerare irregolari e di diffidare, quindi, dell’eventuale sito che chiede come pagamento di una polizza una ricarica sulla carta prepagata o ricaricabili.

E da diffidare, inoltre, di prezzi troppo bassi che si discostano di molto da quelli offerti dal mercato delle assicurazioni: se si trova un’offerta che appare troppo conveniente, quindi, è sempre meglio controllare per verificare l’affidabilità dell’azienda o dell’intermediario che la propone.

Per chi volesse risparmiare sull’assicurazione dell’auto ricordiamo che esiste il contratto base, in vigore dal prossimo 1 gennaio 2021,  che permette di pagare solo per elementi obbligatori. Per approfondire consigliamo la lettura di: RC Auto, dal 1 gennaio 2021 arriva il contratto base, di cosa si tratta?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.