Tumore al seno, mammografia digitale per età e densità del seno

Tumore al seno,la mammografia digitale con rilevamento per età e densità del seno, ecco cosa ha rilevato lo studio e quando fare lo screening.

Tumore al seno, la domanda che ci poniamo e se lo  screening del carcinoma mammario con tomosintesi del seno digitale (DBT) è associato a tassi di rilevamento del cancro considerando tutti i gruppi di età e densità mammaria, inoltre se l’analisi della mammografia digitale e i tipi di cancro rilevati con DBT sono diversi da quelli rilevati dalla sola mammografia digitale?

Tumore al seno: lo studio sugli esami screening al seno

La risposta arriva da un’importante studio pubblicato sulla rivista JAMA Oncol. il 28 febbraio 2019,  che confronta  50.971 esami di screening del cancro al seno con DBT e 129.369 esami di screening utilizzando mammografia digitale, DBT è stato associato con maggiore specificità e aumento della rilevazione del cancro in tutti i gruppi di età e densità del seno. 

I tumori invasivi rilevati dal DBT sono risultati più piccoli e negativi ai linfonodi rispetto ai tumori rilevati dalla mammografia digitale, in particolare nelle donne di età compresa tra 40 e 49 anni.

I risultati hanno rilevalto che gli esami di screening che utilizzano la DBT rilevano tumori invasivi e non invasivi, rispetto alla mammografia digitale, con maggiore rilevanza tra le donne di età compresa tra 40 e 49 anni. Lo screening mammografico di routine, per questa fasci di età,  può avere un rapporto rischio-beneficio favorevole.

Tumore al seno e risultati falso positivi

Gli   esami di screening del cancro al seno che utilizzano la tomosintesi del seno digitale (DBT) hanno dimostrato di essere associati a una diminuzione dei risultati dei test falsi positivi e ad un aumento del rilevamento del carcinoma mammario rispetto alla mammografia digitale (DM). Poco si conosce per quanto riguarda le dimensioni e lo stadio dei tipi di cancro al seno rilevati e la loro associazione con l’età e la densità del seno.

Esami di screening sempre più precisi al rilevamento del tumore al seno

L’obiettivo è quello di determinare se gli esami di screening che utilizzano la DBT, rilevano cancri della mammella associati a una prognosi migliorata e che diano la possibilità di confrontare i tassi di rilevazione in base all’età e alla densità del seno della paziente.

Questa analisi retrospettiva dei dati prospettici sviluppata da tre centri di ricerca nel consorzio PROSPR (Search Optimizing Screening Through Personalized Regulation), basato sulla popolazione, includeva dati di donne di età compresa tra 40 e 74 anni sottoposti a esami di screening utilizzando DM e DBT dal 1° gennaio 2011 al 30 settembre 2014. L’analisi statistica è stata eseguita dall’8 novembre 2017 al 14 agosto 2018.

Esposizioni: uso di DBT come supplemento a DM all’esame di screening del cancro al seno.

Principali risultati e misure.  Frequenza di richiamo, tasso di rilevamento del cancro, valore predittivo positivo, frequenza di biopsia e distribuzione dei sottotipi di cancro invasivi.

Tumore al seno: risultati  dello studio

 Tra 96 ​​269 donne (età media del paziente [SD] per tutti gli esami, 55,9 [9,0] anni), l’età del paziente era di 56,4 (9,0) anni per DM e 54,6 (8,9) anni per DBT. Dei 180 340 esami di screening del cancro al seno, 129 369 esami (71,7%) utilizzati DM e 50 971 esami (28,3%) utilizzati DBT. 

L’esame di screening con DBT (73 su 99 donne [73,7%]) è stato associato alla scoperta di tumori invasivi più piccoli, più spesso negativi al nodo, HER2-negativi rispetto a DM (276 su 422 donne [65,4%]). 

L’esame di screening con DBT è stato anche associato a un richiamo più basso (odds ratio, 0,64, IC 95%, 0,57-0,72; P  <0,001) e più alto rilevamento del cancro (odds ratio, 1,41; IC 95%, 1,05-1,89; P = 0,02) rispetto al DM per tutte le fasce d’età anche se stratificato per densità mammaria. Il più grande aumento del tasso di rilevamento del cancro e il più grande spostamento verso i tumori invasivi meno invasivi, rilevati con DBT, è stato per le donne di età compresa tra 40 e 49 anni.

Per le donne di età compresa tra 40 e 49 anni con un seno di lieve densità, il tasso di rilevamento del cancro per gli esami con DBT era di 1,70 per 1000 donne in più rispetto alla percentuale di DM; per le donne con seno denso, il tasso di rilevamento del cancro era di 2,27 per 1000 donne in più per DBT.

Per queste donne più giovani, lo screening con DBT era associato a solo 7 su 28 tumori al seno (25,0%) classificati come prognosi infausta rispetto a 19 su 47 tumori al seno (40,4%) durante lo screening con DM.

Tumore al seno: conclusioni e rilevanza  

I risultati suggeriscono che lo screening con DBT è associato ad una maggiore specificità e ad un’aumentata percentuale di tumori mammari rilevati con una prognosi migliore rispetto a DM. Nel sottogruppo di donne di età compresa tra 40 e 49 anni, lo screening DBT di routine può avere un rapporto rischio-beneficio favorevole.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”