Tumore, non ci si ammala per caso, ecco i fattori scatenanti

Ammalarsi di tumore non è certo una fatalità, nè una sfortuna della vita, dipende da tanti fattori: ambiente, stile di vita e alimentazione.

Le alterazioni del DNA che portano ad avere un tumore, non sono per niente casuali, ma dipendono molto da più fattori, dall’ambiente di dove si vive, dallo stile di vita, e dall’alimentazione.

Il tumore non nasce solo a una mutazione genetica

Ammalarsi di tumore non è certo una fatalità, nè una sfortuna della vita dettata dal destino avverso. Le neoplasie spesso si generano da alterazioni del DNA, e questo è sicuramente vero, ma le modifiche a livello genetico non nascono casualmente come si ipotizzava fino ad oggi. Anzi, sono condizionate da altri fattori che dipendono dalle proprie volontà. A questa definizione ci si è arrivati grazie ad uno studio effettuato da ricercatori dell’Istituto Europeo di Oncologia e dell’Università Statale di Milano in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli.

I tumori non nascono solo da mutazioni nella struttura dei geni, ma anche da alterazioni più consistenti conosciute come traslocazioni cromosoniche, e questo si genera quando la configurazione a doppia elica del DNA si rompe e i cromosomi si scambiano di posizione.

Dopo vari studi effettuati, si può affermare che studiando le cellule normali e tumorali del seno, si è scoperto che nè il danno al DNA nè le traslocazioni avvengono casualmente, si prevede che i geni si romperanno con una precisione al di sopra dell’85%. L’attività di quei geni è controllata da segnali specifici che provengono dall’ambiente nel quale si trovano le nostre cellule e che a loro volta sono influenzate dall’ambiente in cui viviamo e dalle nostre abitudini.

Mamma amputata, il cancro ha preso mia figlia Irene, guerriera col sorriso

Tumori e fattori scatenanti

Gli studi ad oggi ipotizzano che due neoplasie su tre fossero generate da alterazioni casuali e quindi inevitabili, anche se c’è qualcuno che afferma che la prevenzione è importante, vivere in un ambiente sano e privo di inquinamento unito ad uno stile di vita corretto, e dare particolare attenzione alla propria salute, con una dieta bilanciata, esercizio fisico e senza eccessi ( fumo, droga, alcol), può essere importante.

Ad oggi non si è capito quale sia il segnale che induce la formazione di traslocazione, ma si è capito che proviene dall’ambiente. E’ possibile che lo stesso meccanismo possa essere alla base anche delle mutazioni studiate.

Cancro e tumore: dosaggio dei metalli pesanti e dei Policlorobifenili, lo studio


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp