Tuteliamo gli alunni con disabilità, la scuola deve proteggere i più deboli, firma anche tu la petizione

Tuteliamo gli alunni con disabilità: è stata lanciata dai genitori una petizione su change.org sulla nuova misura messa in atto dal nuovo Governo. Secondo quanto si apprende,il Governo vuole approvare una riforma per togliere il potere ad un gruppo pluridisciplinare (di docenti e operatori sanitari) che ogni anno crea e organizza un piano educativo personalizzato per gli alunni […]

Tuteliamo gli alunni con disabilità: è stata lanciata dai genitori una petizione su change.org sulla nuova misura messa in atto dal nuovo Governo. Secondo quanto si apprende,il Governo vuole approvare una riforma per togliere il potere ad un gruppo pluridisciplinare (di docenti e operatori sanitari) che ogni anno crea e organizza un piano educativo personalizzato per gli alunni con disabilità. Finora questo strumento è stato di aiuto a moltissimi studenti e famiglie, per rendere la scuola inclusiva e accessibile ai soggetti più deboli. Perché toglierlo? Questo si chiedono i genitori che hanno lanciato questo appello e si rivolgono al Ministro dell’Istruzione Bussetti.

La petizione intitolata: GIU’ LE MANI DAL GLHO – GIU’ LE MANI DAL PEI

minori disabiliE’ stata pubblicata da un gruppo di genitori: “Siamo dei genitori con figli con disabilità che frequentano la scuola appartenenti a più Regioni d’Italia; abbiamo appreso che il Governo ha intenzione di volere portare a termine il pessimo lavoro di smantellamento dei diritti degli alunni con disabilità,che il precedente governo aveva attuato con l’approvazione del DLGS 66 del 2017 (denominato beffardamente decreto per la promozione dell’inclusione scolastica!).”.

“Questo governo intende approvare una riforma che toglie del tutto il potere attribuito per legge al GLHO, (Gruppo di lavoro Operativo per l’alunno con disabilità), nell’ambito della redazione del PEI (Piano Educativo Individualizzato) di indicare le ore di sostegno necessarie per l’alunno/a con disabilità di qualunque tipo” [….]

La richiesta dei genitori

Al Sig. Ministro dell’ Istruzione, della Ricerca e dell’ Università, Prof. Bussetti, che noi non ci stiamo, non commetta l’errore di portare avanti la neutralizzazione dei poteri del GLHO con riferimento all’ indicazione delle ore di sostegno necessarie per gli alunni con disabilità. Lei sa bene come noi, essendo stato un docente di sostegno, che non esiste nessun altro organo che può sostituirsi al GLHO in questo compito delicatissimo per la vita degli alunni e per la garanzia del loro diritto allo studio, all’ istruzione e all’inclusione scolastica. 
Pertanto le chiediamo di sopprimere l’art. 18 del Dlgs 66 del 2017, nella parte in cui mira ad abrogare la norma di legge che oggi attribuisce al GLHO il potere di indicare le ore di sostegno, riconoscendogli i medesimi poteri che oggi questo organo ha per legge e riconsegnando alle famiglie i diritti per i loro figli. 

Come firmare la petizione

Andare sul sito change.org e su ricerca digitare: GIU’ LE MANI DAL GLHO – GIU’ LE MANI DAL PEI, e firmare la petizione.

Attualmente la petizione ha raccolto 18.228, l’obiettivo è di arrivare a 25.000 e più. 


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.