Tutto concorsi e lavoro, acconto imposte, forfetario 2020, monete, pace fiscale, libretti postali pensione, conto corrente eredi, cedolare secca, decreto fiscale e separazione

Speciale lavoro con le novità dai centri per l’impiego e sui concorsi,  acconto imposte, forfetario 2020, pace fiscale, libretti postali pensione, conto corrente eredi, cedolare secca, monete e separazione. Leggiamo le novità della giornata.

Nella rassegna di affari di oggi, giovedì 14 novembre 2019, gli argomenti trattati sono uno speciale lavoro con le novità dai centri per l’impiego e sui concorsi,  acconto imposte, forfetario 2020, pace fiscale, libretti postali pensione, conto corrente eredi, cedolare secca, monete e separazione. Leggiamo le novità della giornata.

Speciale concorsi

Concorso Carbonia

Il Comune di Carbonia ha bandito un concorso per 10 posti di Istruttore amministrativo contabile, Cat.C1, a tempo pieno e indeterminato (5 posti sono riservati al personale interno e a favore dei volontari FF.AA). Vediamo quali sono le modalità per partecipare a questo concorso.

Per approfondire: Concorso Comune di Carbonia: 10 Istruttori amministrativo contabile

Concorso ASL Latina

È stato pubblicato dall’ASL di Latina un concorso per l’assunzione di 23 collaboratori amministrativo professionale con contratto a tempo indeterminato, Cat. D. Il concorso, bandito in forma congiunta dall’Azienda sanitaria locale di Latina, Frosinone e Viterbo, scade il 21 novembre 2019. Vediamo quali sono i requisiti e le modalità per candidarsi nell’articolo: Concorso ASL Latina: 23 collaboratori amministrativo professionale

Centro impiego Savona

Eccoci al nostro appuntamento quotidiano con le offerte di lavoro per categorie protette dei centri per l’impiego. Oggi vi informiamo sulle offerte Centro per l’impiego di Savona che ricerca personale per conto di aziende del territorio. Le offerte scadono il 28 novembre

Per saperne di più: Offerte lavoro Categorie protette: Centro per l’impiego di Savona

500 lire d’argento

Se si pensa alle 500 lire la maggior parte delle persone visualizza la moneta bimetallica in corso prima dell’entrata in vigore dell’euro, moneta che però furono adottate solo nel 1982. Prima della moneta bimetallica le 500 lire erano in carta moneta o in argento. Inizialmente, quindi, le 500 lire erano in argento 835 e di queste monete, essendo stati emessi vari conii, è possibile trovare anche monete di un certo valore.

Per saperne di più: 500 lire in argento con caravelle: la moneta può valere fino a 12mila euro

Separazione e risarcimento

La sentenza del Tribunale di Cosenza, nel decreto 54/2019 ha dato ragione ad un padre che per anni non ha avuto la possibilità di incontrare il bambino a causa della madre. Causando disagi e sofferenze a carico del padre; ma ha anche privato il figlio dell’affetto dell’altro genitore utile alla crescita, all’educazione e alla formazione.

Per approfondire: Separazione: la madre deve risarcire il padre per avergli impedito di vedere il figlio, la sentenza

Emendamenti decreti fiscale

Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio vuole essere corretto e migliorato dal partiti che hanno presentato circa 900 emendamenti. Tra le varie richieste dei partiti ci sono diverse misure che già, nella giornata di ieri sono state sottoposte al test per l’inammissibilità. Per le proposte che saranno, invece, dichiarate ammissibili ci sarà da fare i conti, poi, con la copertura finanziaria necessaria.

Per approfondire: Iva al 10% sugli assorbenti e pace fiscale: gli emendamenti al decreto

Cedolare secca

Acconto della cedolare secca per contribuenti Isa, modifica introdotta dal decreto fiscale (D.L. 124/2019) sulle percentuali di ripartizione in 2 rate del 50% degli acconti Irpef, Ires e Irap non inciderà sul calcolo degli acconti della cedolare secca. Infatti, tale imposta segue solo le scadenze di versamento dell’Irpef e non anche le percentuali dell’acconto in 2 rate.

Per approfondire: Cedolare secca: acconto per i contribuenti ISA

Conto corrente eredi

Quasi in ogni successione vi sono soldi in conto corrente da dividere tra gli eredi. Ma le regole sono di difficile interpretazione e si rischia di sbagliare. Le banche per cautelarsi da eventuali contestazioni, acconsente al prelievo da parte dei familiari del defunto solo dopo la presentazione dell’atto di successione e del consenso da parte di tutti gli eredi. Mettiamo in chiaro quale è la disciplina da applicare e come si dividono i soldi tra i coeredi dopo la morte del titolare del conto corrente.

Per approfondire: Conto corrente: come si divide il saldo tra gli eredi

Libretti postali pensione

Il pignoramento è la parte finale della procedura per recuperare i crediti, cioè l’azione finale in cui si prelevano i beni del debitore inadempiente. Il creditore per poter procedere con il pignoramento deve prima procurarsi un titolo esecutivo, che gli attesti il suo diritto a ottenere il pagamento delle somme, come ad esempio: una sentenza di condanna del giudice; un decreto ingiuntivo; una cambiale o un assegno. Il creditore a questo punto può decidere quale beni del debitore vuole aggredire. 

Per approfondire: Libretti postali pensione: sono pignorabili?

Versamento acconto imposte

Conferma della mini riduzione del versamento degli acconti imposte, lo conferma l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 93/E/2019, nella quale conferma che i contribuenti soggetti agli indici di affidabilità fiscale, compresi i contribuenti “collegati” (quali, ad esempio, i soci di società di persone e quelli delle Srl in trasparenza o i collaboratori di imprese familiari), i forfetari e i minimi potranno beneficiare della riduzione dell’acconto (dal 60% al 50%), prevista dal decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2020, da versare entro il 2 dicembre 2019 (il 30.11 è infatti festivo). 

Per approfondire: Riduzione sui versamenti degli acconti imposte, ecco come funziona

Pace fiscale

Ormai è certo, anche le contravvenzioni stradali non pagate rientrano nella così detta pace fiscale.  Quindi non solo l’Imu, bollo auto e canone Rai di importo inferiore a mille euro vengono stralciati ma anche le multe che gli automobilisti si son visti recapitare e scritti al ruolo tra il 2000 e il 2010. Questi sono le conseguenze del decreto fiscale dell’anno scorso (Dl 119/2018) che ha cancellato i debiti con l’agente per la riscossione fino a mille euro. Per le vecchie multe cantonate se si riceve una cartella esattoriale non deve pagare ma può far richiesta di sgravio direttamente allo sportello, con raccomandata o con Pec. Chi l’ha già ricevuta la può ignorarla.

Per saperne di più: Vecchie multe: anche queste rientrano nella Pace fiscale

Regime forfetario 2020

La nuova legge di Bilancio 2020 che è in corso di approvazione al Parlamento, prevede un nuovo regime forfettario. Si va sempre più delineando un regime forfettario che assomiglia a quello degli anni trascorsi e non all’ultima versione che è attualmente in vigore. Infatti, molto probabilmente per accedere dal 1° gennaio alla flat tax i requisiti saranno molto più stringenti.

Per saperne di più: Regime forfettario 2020: i nuovi vincoli per pagare meno tasse

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.