Ultimi sondaggi politici: la Lega avanza, gli italiani sfiniti dalla crisi, Mattarella pone l’ultimatum

Ultimi aggiornamenti dei sondaggi politici.

Apparentemente può sembrare che il nostro Bel Paese si sia infossato in una situazione di “stallo”, ma dopo il 4 marzo qualcosa è andato avanti. Il popolo non è rimasto lì fermo ad aspettare, in verità, dagli ultimi sondaggi politici si denotano cambiamenti importanti. Gli italiani cercano alternative, valutano le prospettive, mentre la politica sembra aver assunto la forma di una dolce “statua”.

Dai sondaggi politici la Lega cresce perché?

In tutta questa baraonda la Lega si porta avanti crescendo, già Matteo Salvini, si fa largo tra il popolo. I numeri del sondaggio della Demos sono chiari. Il leader del Carroccio non solo è riuscito a mantenere stabile e forte la leadership del centrodestra, ma ha superato la quota del 20%. Secondo quando si legge dal sondaggio di Piepoli, Matteo Salvini ha portato la Lega oltre il 21%, mentre scivola Forza Italia. Complessivamente tutto il centrodestra tocca il 39%, il Pd mantiene saldo il 18% e il M5S stringe il 32%.

I sondaggi politici mostrano le preferenze degli elettori?

Sempre secondo Piepoli circa il 31% del popolo italiano si è stancato dei giochetti e delle manipolazioni chiedendo il ritorno immediato alle urne. Dall’altra parte c’è una percentuale stabile del 21% che sostiene un governo formato da Lega – M5S, con l’assenza di Berlusconi e un centrodestra spaccato. Poi, troviamo un bel 18% che reclama un governo istituzionale. Una sorta di “tregua” in cui Mattarella stringa forte le redini di un Paese chiaramente in stallo, reclamando una responsabilità che fino a oggi non è apparsa.

Solo il 10% è favorevole a un governo di centrodestra, mentre l’8% è propenso per M5S – Pd, resta fuori un 3% che opta per il centrodestra e 5stelle.

In questo enorme labirinto, spunta un perno stabile: il Capo dello Stato, il presidente Mattarella. La fiducia che gli italiani pongono nelle mani di Mattarella tocca l’indice del 66%. Il sondaggio in percentuali è cosi classificato:

  • Mattarella al 66%;
  • Gentiloni al 49%;
  • Luigi Di Maio al 39%;
  • Matteo Salvini al 35%;
  • Pd al 22%;
  • Beppe Grillo al 21%;
  • Silvio Berlusconi al 16%.

Sostanzialmente quello che emerge è una richiesta  forte di stabilità. Come se non bastasse in questa fase di paralisi, spunta il Pd che fatica su ogni azione, non riuscendo a sottrarsi dall’angolo in cui il popolo lo ha confinato. Secondo quanto si legge dalla “Repubblica”, dal sondaggio pubblicato dalla SWG circa il 9% degli italiani sarebbe del tutto concorde con un patto tra Pd e 5Stelle, il 31% pone pienamente la fiducia; in contrasto un bel 27%; del tutto in contrasto il 33%. Per un totale di 60 a 40.

Alla domanda chi dovrebbe essere eletto come nuovo leader del Pd, gli elettori hanno risposto così:

  • Gentiloni al 24,1%;
  • Renzi al 23,4%;
  • Martina al 16,5%;
  • Nicola Zingaretti al 7%.

Salvini – Di Maio e il gioco della margherita. Chi farà il Premier: Lega o M5S?

Matteo Salvini, apre una breccia verso il “reddito di cittadinanza”, pronto alla carica di “Premier”

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein