Un’invasione di UFO avrebbe funestato un’esercitazione della NATO in mare nel 1952

Nel 1952 numerosi avvistamenti UFO caratterizzarono la vasta esercitazione da parte della NATO nei mari del Nord, ecco i principali

Nell’autunno del 1952, la NATO organizzò un’esercitazione di 12 giorni nelle acque vicino alla Norvegia e alla Danimarca. Soprannominata Operazione Mainbrace, il test aveva riunito forze navali di nove paesi, con la maggior parte delle unità rappresentate dalle marine degli Stati Uniti e del Regno Unito. Era “la flotta più grande e più potente che abbia navigato nel Mare del Nord dalla prima guerra mondiale”, ha riferito il New York Times il 27 settembre di quell’anno. “Il punto centrale dell’Operazione Mainbrace era di mostrare la forza della NATO e mostrare ai russi la potenza dell’organizzazione. Ma in quell’occasione avvennero numerosi avvistamenti UFO.

“Qualcuno nel Pentagono aveva detto all’epoca che l’Intelligence avrebbe dovuto tenere gli occhi aperti sugli UFO, ma nessuno si aspettava davvero che gli UFO si presentassero”, ha dichiarato il capitano Edward J. Ruppelt, un ufficiale della Marina statunitense e direttore della US Air dal 1951 al 1953, nel suo resoconto degli avvistamenti di Mainbrace. “Tuttavia, ancora una volta gli UFO erano presenti”, ha aggiunto Ruppelt.

Il 13 settembre 1952, diversi membri dell’equipaggio del cacciatorpediniere danese Willemoes videro qualcosa di insolito: “Un oggetto non identificato, di forma triangolare, che si muoveva ad alta velocità verso sud-est”, secondo i documenti della NATO. Brillava di una luce bluastra e il comandante  stimava la sua velocità a più di 900 mph (1.448 km / h).

Altri avvistamenti hanno avuto luogo nel corso della settimana successiva. Il 20 settembre 1952, tre ufficiali dell’Aeronautica Danese individuarono “un disco lucido dall’aspetto metallico” che volava sopra di loro e svaniva tra le nuvole. Sempre quel giorno, il personale a bordo della portaerei americana USS Franklin D. Roosevelt ha spiato “un oggetto sferico argenteo” che viaggiava attraverso il cielo, mostrano i documenti NICAP. Un giornalista di nome Wallace Litwin, che era sulla portaerei, descrisse l’UFO come “una palla da ping-pong bianca”. Secondo quanto riferito da NICAP, Litwin avrebbe effettuato fotografie dell’oggetto che sono state riviste dagli ufficiali dell’intelligence della marina americana, ma le immagini non sono mai state rese pubbliche.

Il giorno successivo, i piloti con la Royal Air Force britannica notarono un UFO – “una sfera lucente” – mentre volavano in volo i loro jet in formazione sul Mare del Nord. “Quando tornò alla base, uno dei piloti guardò indietro e vide l’UFO che lo seguiva. Si voltò per inseguirlo, ma anche l’UFO si voltò e accelerò”, secondo il rapporto NICAP. Nessuno degli avvistamenti UFO di Mainbrace è mai stato spiegato, afferma NICAP.

Ti potrebbe interessare: UFO: dopo Roma avvistamenti anche in altre parti del Lazio


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp