Uova dalla Polonia, fate attenzione: allerta salmonella

Attenzione alle uova provenienti dalla Polonia, allarme da Salmonella.

Mentre stiamo attraversando un periodo brutto e di tante psicosi dovute al fenomeno Coronavirus, non dobbiamo abbassare la guardia e sottovalutare un problema che si verifica da anni e non si riesce a trovare una fine. Questa epidemia delle uova che arrivano dalla Polonia con il rischio Salmonella non è da sottovalutare; ad oggi sono state colpite 1600 persone in 18 Paesi.

Uova dalla Polonia, rischio Salmonella: anche l’Italia è a rischio

Questo focolaio di salmonellosi è attivo dal 2012 ed ha colpito più di 1600 persone in tutta Europa, in Italia ci sono stati 26 casi accertati e 23 casi sospetti. La causa di questo virus è dato da Salmonella Enteritidis proveniente dalla Polonia.

I paesi coinvolti in questa allerta sono: Ungheria, Svezia, Slovenia, Romania, Repubblica Ceca, Regno Unito, Polonia, Paesi Bassi, Norvegia, Lussemburgo, Italia, Francia, Irlanda, Grecia, Finlandia, Danimarca, Croazia e Belgio. Il Paese più colpito da questo virus è il Regno Unito con 688 persone contagiate.

Il picco di questo virus si è avuto nel 2016 quando sono stati riscontrati più di 150 casi tra Galles e Regno Unito, poi mano mano sono stati coinvolti gli altri Paesi e da qui la scoperta che il tutto era collegato alle uova provenienti dalla Polonia.

Le susseguente indagini più approfondite hanno portato a stabilire che le uova contaminate provenivano da un centro di confezionamento polacco risalendo poi, in un secondo momento al consorzio dell’allevamento di galline da dove provenivano le uova. Gli analisi eseguiti hanno confermato i ceppi provenienti da quelle uova di Salmonella.

Nonostante nel 2017 in quegli allevamenti sono state adottate misure di controllo per eliminare ed evitare altre contaminazioni, nel 2019 in quegli stessi allevamenti, da analisi fatte, persiste la contaminazione senza riuscire ancora a trovare l’origine.

In conclusione si può definire che l’epidemia è ancora in corso, non esistono prove che la contaminazione sia stata eliminata ed è probabile che ci possano essere nuovi casi. Quello che vi possiamo consigliare è di fare attenzione e in particolare all’acquisto di uova provenienti dalla Polonia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube