Usare troppo lo smartphone aumenta il mal di testa, lo studio

Lo smartphone aumenta il mal di testa portando all’assunzione di più analgesici, ecco lo studio.

Da un recente studio lo smartphone aumenta il mal di testa, infatti, i soggetti che soffrono di emicrania è stato dimostrato che prendono una quantità maggiore di analgesici per trovare sollievo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Neurology Clinical Practice che ha coinvolto 400 pazienti tutti con una diverse caratteristiche e con forme diverse di cefalea. L’autore dello studio Deepti Vibha  dell’Institute of Medical Sciences a New Delhi e membro della American Academy of Neurology, ha dichiarato che dopo un’attenta analisi il risultato è preoccupante, in quanto l’uso dello smartphone è sempre collegato ad una varietà di sintomi, tra questi il più comune è il mal di testa.

Lo studio evidenzia che lo smartphone aumenta il mal di testa prendendo più analgesici per calmarlo

I partecipanti allo studio, oltre la metà usava regolarmente lo smartphone, mentre una parte non lo aveva. È emerso dalla ricerca che quelli che usavano regolarmente lo smartphone, facevano più uso di analgesici contro il mal id testa. I risultati hanno dimostrato che assumeva analgesici il 96% del gruppo che usava lo smartphone prendeva in media 8 pillole al mese, contro l’81% del gruppo che non lo usava che prendeva 5 pillole al mese.

Inoltre, lo studio rileva che solo l’84% che usava gli smartphone trovava giovamento assumendo gli analgesici contro il mal di testa. La linea tra smartphone e mal di testa è molto sottile, resta da capire perché l’uso dello smartphone tende ad aumentare il mal di testa. Potrebbero essere vari fattori ad influire: la posizione  scorretta della testa, effetti psicologici connessi, illuminazione dello schermo che potrebbe dar fastidio agli occhi, ecc.

Sono molti gli studi che rilevano gli atteggiamenti di postura scorretti nell’uso frequente dello smartphone che nel tempo, specialmente nei giovani crea difficoltà serie.

L’emicranie nei giovani sono aumentate ed è per questo che lo studioso Deepti Vibha  dell’Institute of Medical Sciences, ha effettuato questa ricerca su gruppi diversi di persone con e senza smartphone.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp