Vaccini anti influenzali: danni neurologici irreversibili? La denuncia del M5S

Il vaccino anti influenzale contro l’H1N1 provoca la narcolessia: ecco la denuncia del M5S.

A dichiararlo è l’autorevole rivista “Scienze” nel numero del primo luglio 2015: il vaccino anti influenzale contro l’H1N1 ha causato la narcolessia in persone geneticamente predisposte.

Tra il 2002 e il 2009 tra gli under 17 l’incidenza dei casi di narcolessia era di 0,31 casi su 100mila soggetti, secondo fonti ANSA nel 2010 l’incidenza si è moltiplicata di 17 volte.

Vaccini e narcolessia

La narcolessia è una patologia neurologica che porta ad avere eccessiva sonnolenza durante il giorno a causa dell’incapacità del cervello di regolare in maniera fisiologica il ritmo sonno-veglia.

In quale modo il vaccino H1N1 provocherebbe la narcolessia? A metterlo in luce un comunicato stampa dell’Università di Siena nel quale si spiega che il vaccino in questione genera una risposta immunitaria indesiderata che sfocia in una malattia autoimmune.

I ricercatori hanno spiegato che la componente che scatena la narcolessia è la nucleoproteina, presente non solo nel vaccino H1N1 ma anche in altri vaccini anti influenzali in quantità variabile in base ai produttori.

Risarcimenti alle famiglie colpite?

La Senatrice del Movimento 5 Stelle Elena Fattori spiega che “La narcolessia è una malattia cronica e invalidante e il suo carattere autoimmune ne rende difficile il trattamento. Alcune famiglie sono state già risarcite del danno dalla casa produttrice del vaccino ma in Italia, proprio in occasione del lancio della nuova campagna per il vaccino antinfluenzale, il Ministro fa finta di ignorare la notizia dimostrando così di non avere nessuna considerazione per la salute e il diritto all’informazione dei cittadini. Il Ministro venga ora a rispondere in aula “. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.