Vaccini finiti: anziani in difficoltà, ecco cosa sta succedendo

Tantissimi anziani non possono effettuare la vaccinazione perché le scorte sono finite. Ecco cosa sta succedendo nel nostro Paese

La Società Italiana di Igiene e Medicina Preventiva, informa la popolazione che ci sono alcuni problemi per quanto riguarda l’organizzazione, in più c’è anche da ‘’combattere’’ con il continuo aumento delle domande per avere il vaccino antinfluenzale.

Vaccini antinfluenzali quasi finiti in tutto il territorio nazionale

Carlo Signorelli, past presidente della Società Italiana di Igiene e Medicina Preventiva, dà la colpa ad “alcuni problemi organizzativi e un aumento della domanda”. Viene riferito che almeno due su tre aziende produttrice dei vaccini antinfluenzali, hanno finito tutte le scorte. Il problema principale è che ci sono tantissime persone anziane rimaste senza la dose del vaccino per potersi difendere dal brutto virus influenzale.

Inoltre, Carlo Signorelli aggiunge: “Il problema nasce dal fatto che le Asl hanno fatto ordini ‘prudenti’, basati sui dati dello scorso anno, per non avere poi delle giacenze di vaccini inutilizzati”. Il presidente dichiara che le aziende produttrici di vaccini antinfluenzali, non sono affatto elastiche per quanto riguarda il trasferimento delle scorte da un paese all’altro, e le richieste per effettuare il vaccino crescono sempre di più.

Leggi anche: Vaccini: multa di 167 euro per i no-vax

Mancano i vaccini in quasi tutta l’Italia

Preoccupazione massima perché la stagione vaccinale termina a fine mese dicembre. Ci sono a rischio tantissime persone, grossi disaggi su tutto il territorio nazionale. Negli ultimi giorni, quasi tutte le Regioni hanno segnalato grossi disaggi per quanto riguarda la mancata somministrazione dei vaccini.

Ancora non è del tutto chiaro quante persone sono rimaste fuori dalla stagione vaccinale per mancanza dei vaccini per combattere l’influenza. Spuntano alcune percentuali per quanto riguarda gli anziani, ben 5% della platea si trovano senza vaccino e l’impossibilità di effettuarlo. Il fatto è che ancora non si riesce a chiarire la situazione e offrire una protezione a chi ne ha bisogno.

Leggi anche: A Napoli è allarme influenza: scorte vaccini finite

Senza dubbio, nel prossimo anno servirà una migliore programmazione, evitando di tener fuori dalla stagione vaccinali le persone che necessitano il vaccino antinfluenzale, come ad esempio bambini, anziani e donne in gravidanza.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.