Vaccini, guida per le famiglie: obblighi e autocertificazioni

Tutto ciò che c’è da sapere per i genitori secondo la legge n.119/2017 e le indicazioni fornite dal Miur e dal Ministero della Salute sui vaccini.

In questo articolo vi forniremo informazioni utili sui vaccini per i genitori. Tutto secondo quanto prevede la legge e le indicazioni fornite dal Miur e dal Ministero della Salute.

Obbligatorietà, divieto d’ingresso e sanzioni

Circa un mesetto fa era stato depositato da un gruppo di senatori il disegno di legge sull’obbligo vaccinaleflessibile“. La legge non è ancora entrata in vigore, pertanto l’obbligo non è stato abolito. Per l’anno scolastico 2018/19, quindi, varrà il calendario dei vaccini di ciascuna coorte di nascita.

Resta in vigore anche il divieto di ingresso negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia per i bambini non in regola con le vaccinazioni. La sanzione del divieto riguarda esclusivamente coloro che frequenteranno, per l’appunto, asili nido e scuole dell’infanzia. Per le famiglie degli alunni della primaria e della secondaria (fino ai 16 anni), non in regola, sono previste sanzioni pecuniarie da 100 a 500 euro.

Il decreto Milleproroghe prevedeva, inizialmente, lo slittamento dell’obbligo vaccinale al prossimo anno scolastico. Il nuovo emendamento al decreto, invece, propone la possibilità di presentare un’autocertificazione.

La circolare Miur-Ministero della Salute ha modificato, in parte, quanto prevedeva la legge Lorenzin, introducendo la possibilità di presentare l’autocertificazione. Questa consiste in un documento, solitamente prestampato dalle segreterie, in cui i genitori dei bambini iscritti a scuola attestano che i propri figli sono in regola con i vaccini o in corso di regolarizzazione. Inoltre, si impegnano a presentare la documentazione Asl entro marzo del 2019. Dal 10 marzo in poi, infatti, l’autocertificazione non sarà più valida.

Autocertificazione: cosa devono fare i genitori?

L’Italia, al momento, è divisa tra regioni in cui è stata istituita l’anagrafe vaccinale e regioni in cui non è stata ancora istituita.

  • Nelle regioni con anagrafe vaccinale e che si sono avvalse della procedura semplificata (ovvero le famiglie non hanno prodotto nulla in fase di iscrizione), i genitori devono presentare un’autocertificazione. Il termine di scadenza per la presentazione era il 10 luglio.
    • “I bambini, che negli elenchi delle ASL riportano le diciture “non in regola con gli obblighi vaccinali”, “non ricade nelle condizioni di esonero, omissione o differimento”, “non ha presentato formale richiesta di vaccinazione”, possono essere ammessi a scuola previa presentazione da parte dei genitori, entro il 10 luglio 2018, di una dichiarazione sostitutiva attestante la somministrazione delle vaccinazioni non risultanti dall’anagrafe o la richiesta di prenotazione delle vaccinazioni non ancora eseguite, effettuata posteriormente al 10 giugno 2018.”

Vaccini, guida per le famiglie: obblighi e autocertificazioni

  • Nelle regioni senza anagrafe vaccinale (o che non si sono avvalse della procedura semplificata) non è necessario presentare la documentazione attestante l’avventura vaccinazione. E’, infatti, sufficiente la dichiarazione presentata entro il termine ultimo di iscrizione. In caso di iscrizioni dopo il 10 luglio, le famiglie possono presentare la dichiarazione sostitutiva. Sia chi ha presentato la documentazione che chi ha presentato la dichiarazione sostitutiva non deve fare nulla. Soltanto coloro i cui figli, iscritti d’ufficio, devono fare nuovi vaccini o un richiamo devono presentare una dichiarazione sostitutiva della documentazione.

Autocertificazioni false

I Carabinieri del Nas hanno effettuato più di 2.000 controlli al giorno in tutta Italia per verificare se ci sono irregolarità nelle autocertificazioni per le vaccinazioni obbligatorie. Soltanto nella giornata del 5 settembre i militari hanno eseguito 2.800 accertamenti a campione. Dopo averle passate a riscontro presso le varie Asl, è emerso che 15 autocertificazioni erano false.

Di queste, due le autocertificazioni false al Nord, 5 al Centro e 7 al Sud. I genitori sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per falso in atto pubblico commesso da privato. I controlli andranno avanti anche nei prossimi giorni al ritmo di oltre 2.000 al giorno.

ANP richiede ritiro circolare

Il Presidente dell’ANP (associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola) ed il presidente della SIP (società italiana di pediatria) dichiarano il loro pieno apprezzamento per la sensibilità dimostrata dal Parlamento nei confronti delle richieste presentate da loro. L’emendamento Baldino-Bompane, infatti, recepisce le richieste più volte reiterate da ANP e SIP.

“Siamo pienamente soddisfatti per la soppressione del comma 3-octie dell’articolo 6” dice Giannelli, presidente dell’ANP. “A questo punto, per evitare che si generino ulteriori equivoci, riteniamo che sarebbe opportuno il ritiro della circolare a firma congiunta dei ministri della salute e dell’istruzione,che prevede l’uso dell’autocertificazione per le vaccinazioni obbligatorie”.

“Condivido la viva soddisfazione per l’emendamento presentato dopo la nostra audizione” precisa Alberto Villani, presidente della SIP. “Come più volte ripetuto, i certificati medici e sanitari non possono essere sostituiti da altro documento, quindi il ritiro della circolare metterebbe fine alla confusione generata in queste settimane.”

 

 


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.