Vaccini per le donne: il promemoria del ministero della Salute

Il ministero della Salute ha emanato un promemoria sui vaccini per promuovere la salute femminile in età fertile, in previsione e durante la gravidanza.

Il ministero della Salute ha emanato una circolare per la promozione della salute femminile in età fertile, in previsione e durante la gravidanza. L’obiettivo è quello di proteggere la donna e il nascituro da alcune possibili malattie ricordando di effettuare determinati vaccini.

Il promemoria della prevenzione

Il ministero della Salute ha emanato un vademecum, il 7 agosto 2018, per la promozione della salute femminile in età fertile, ma anche in previsione e durante la gravidanza con l’obiettivo di proteggere le giovani donne, quelle in gravidanza e i futuri nascituri da alcune malattie attraverso determinati vaccini.

Insomma, nonostante gli ultimi dibattiti sulle vaccinazioni, il ministero tiene a ribadire la loro indiscutibile importanza e la loro efficacia come strumento di prevenzione da gravi patologie infettive in ogni stadio della vita di una persona.

Quali sono i vaccini da fare?

  • Vaccinazioni in età fertile

Alcune malattie possono incidere negativamente sulla fertilità o sulla gravidanza della donna. Per le donne in età fertile, infatti, sono indicate, se non sono già state fatte, le vaccinazioni contro morbillo, parotite, rosolia, varicella e papilloma virus.

Inoltre, non bisogna dimenticare il richiamo decennale della vaccinazione contro difterite, tetano e pertosse.

  • Vaccinazioni in previsione di una gravidanza

E’ necessario che le donne, prima dell’inizio di una gravidanza, siano protette nei confronti di morbillo-parotite-rosolia (MPR) e della varicella. C’è, infatti, un elevato rischio per il nascituro derivante dall’infezione materna, in particolare se si verifica nelle prime settimane di gestazione.

Nel caso di varicella contratta nell’immediato periodo pre-parto, il rischio, oltre che per il neonato, può essere molto grave anche per la madre.
Sia il vaccino MPR che quello per la varicella sono, però, controindicati in gestazione. E’ necessario, infatti, che, al momento dell’inizio della gravidanza, la donna sia già vaccinata regolarmente (con due dosi) da almeno un mese.

  • Vaccinazioni in gravidanzaVaccini per le donne: il promemoria del ministero della Salute

Durante il corso della gravidanza sono raccomandate le vaccinazioni contro difterite, tetano, pertosse (dTpa) e influenza (se ci si trova nel corso di una stagione influenzale). Ad ogni gravidanza questi vaccini devono essere ripetuti.
La vaccinazione dTpa è molto importante e bisogna effettuarla anche se la donna è già vaccinata o è in regola con i richiami decennali o ha avuto la pertosse. Infatti, la pertosse contratta dal neonato nei primi mesi di vita può essere molto grave o addirittura mortale.

Il periodo raccomandato per effettuare la vaccinazione è il terzo trimestre di gravidanza,  intorno alla 28a settimana. Ciò consente alla donna la produzione di anticorpi sufficienti e il conseguente passaggio, attraverso la placenta, al bambino.

Infine, ricordiamo che il vaccino anti-influenzale è raccomandato e offerto gratuitamente alle donne che, all’inizio della stagione influenzale, si trovino nel secondo o terzo trimestre di gravidanza.

Quali sono i vaccini controindicati in gravidanza? Perchè?

I vaccini contro MPR e varicella, contenendo vaccini a virus vivi attenuati, non possono essere somministrati in gravidanza. Nonostante ciò l’effettuazione accidentale della vaccinazione in donne che non sapevano di essere incinte non ha mai causato aborti o malformazioni al bambino.

È, inoltre, fondamentale, per le donne che vogliano programmare una gravidanza, che questi due vaccini siano effettuati almeno un mese prima dall’inizio della gravidanza.
Anche la vaccinazione anti HPV (papillomavirus) non è attualmente consigliata durante la gravidanza, poiché non sono stati effettuati studi specifici sull’impiego del vaccino su donne gravide.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.