Vendite Auto in Europa: batosta per il coronavirus

Le vendite di auto nuove in Europa sono scese del 7,2 per cento a 1,067 milioni di veicoli a febbraio

Le vendite di auto nuove in Europa sono scese del 7,2 per cento a 1,067 milioni di veicoli a febbraio, poiché l’indebolimento dell’economia globale, le tasse sui veicoli più elevate e l’epidemia di coronavirus hanno pesato sull’appetito dei consumatori per le nuove auto. Il declino arriva dopo un calo del 7,4 per cento a gennaio. Le cadute mensili significano che le vendite di auto in Europa stanno avendo il loro peggiore inizio di anno dal 2013 e sono destinate a deteriorarsi ulteriormente dopo che le case automobilistiche in tutta la regione hanno chiuso le fabbriche per contrastare la pandemia di coronavirus.

Le vendite di auto nuove in Europa sono scese del 7,2 per cento a 1,067 milioni di veicoli a febbraio

I dati, pubblicati mercoledì dall’associazione industriale ACEA , riguardano le immatricolazioni nei paesi dell’Unione Europea, della Gran Bretagna e dell’Associazione europea di libero scambio ( EFTA ). Le vendite di auto sono diminuite per il secondo mese consecutivo nei principali mercati dell’UE, con la Germania in calo dell’11%, l’Italia in calo dell’8,8%, il Regno Unito in calo del 2,9%, la Francia in calo del 2,7% e la Spagna in calo del 6%. Sebbene il 2020 si stesse già preparando per essere un anno difficile per le case automobilistiche – l’ACEA a gennaio aveva previsto una contrazione del 2% nelle immatricolazioni per l’anno – la diffusione del coronavirus nella regione aumenterà l’onere.

Tra l’altro le diminuzioni di gennaio e febbraio potrebbero essere le migliori per diversi mesi poiché i principali mercati europei chiudono concessionari e le case automobilistiche hanno fermato la produzione nei propri stabilimenti. Dunque la situazione non può che peggiorare. vedremo dunque come si evolverà la situazione in Europa per quanto concerne le vendite di auto.

Ti potrebbe interessare: Le vendite di auto in Cina crollano dell’80% a febbraio per il Coronavirus


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp