Turismo: Progetto Rete siti UNESCO per il rilancio delle regioni del sud

-
22/07/2018

E’  stato presentato a Matera nella cornice del Palazzo Lanfranchi sede del museo contemporaneo di Matera,  il “Progetto Rete Siti Unesco.

Turismo: Progetto Rete siti UNESCO per il rilancio delle regioni del sud

UNESCO: Cinque regioni del Sud d’Italia insieme per il rilancio dei propri territori.

E’  stato presentato a Matera nella cornice del Palazzo Lanfranchi sede del museo contemporaneo di Matera,  il “Progetto Rete Siti Unesco.

Obiettivo dell’accordo quello di dar vita a una rete tra i territori del Sud Italia che ospitano un sito Unesco, al fine di promuovere, a partire dalla capacità attrattiva del brand UNESCO.

Come?

Tra le proposte di promozione  l’utilizzo delle nuove tecnologie, l’insieme delle risorse paesaggistiche, culturali, eno-gastronomiche di tali territori in un’offerta turistica unica e integrata.

In ogni tappa saranno  protagonisti i siti Unesco con seminari inerenti lo sviluppo turistico e culturale delle aree coinvolte, spettacoli di teatro, musica, concerti, convegni, eventi collaterali, e invasioni digitali.

Previsto anche  un tour di blogger.

I Protagonisti

La Provincia di Matera è capofila del progetto – cofinanziato dal ministero per i Beni e le
Attivita’ Culturali CHE è stato  elaborato dall’Associazione Province Unesco Sud Italia e promosso dall’Upi (Unione delle Province d’Italia).

Presenti i 14 siti UNESCO del meridione:

  • i Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera (MT),
  • la Costiera Amalfitana (SA), il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula (SA),
  • il Complesso monumentale di Santa Sofia (BN),
  • la Reggia di Caserta del XVIII con il Parco,
  • l’acquedotto Vanvitelli e il Complesso di San Leucio (CE),
  • Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalu’ e Monreale (PA),
  • Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica (SR), le Citta’ tardo barocche del Val di Noto (SR)
  • la villa romana del Casale di Piazza Armerina (EN),
  • l’Area Archeologica su Nuraxi di Barumini (SU),
  • i trulli di Alberobello (BA),
  • Castel del Monte (BT),
  • il santuario Garganico di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG),
  • la Foresta Umbra (FG).

Uno dei punti cardini del progetto è  il Festival #UNESCOfestivalexperience. Si tratta di un evento itinerante nei siti Unesco del Sud con spettacoli teatrali e musicali con ingresso gratuito.

Previsto anche un portale web e una  card turistica virtuale integrata  per dare la possibilità di accedere ad  agevolazioni, sconti  e promozioni  nonché visibilità per gli  operatori  aderenti.

reti unesco sudLe prime  tappe del progetto  saranno in  Puglia: Appuntamento  sabato 21 luglio e domenica 22  rispettivamente  ad Alberobello (BA), al Castello di Monte Sant’Angelo (Foggia) e  nel Cortile interno di Castel del Monte ad Andria (BT).

Le tappe successive si terranno in Campania  il 26, 27 e 30 luglio, in Sardegna  il 24 agosto, in Sicilia il 2, 3, 4 settembre  e Basilicata il 14 settembre.