Videochiamate Zoom: hacker vendono dati al dark web

videochiamate Zoom vittime di hacker

E’ notizia delle ultime ore che il noto e usatissimo in questi tempi di Covid-19, Zoom è finito nelle mire di hacker che ne hanno violato la privacy, riversando circa 500 mila credenziali nel dark web.

Zoom: videochiamate nell’occhio del ciclone

Il noto sistema di videochiamate Zoom è finito nelle mire della pericolosità, stando alle ultime notizie, a causa di un hackeraggio. Già ci erano stati problemi di privacy di recente per Zoom e le sue videochiamate, finite nel monitoraggio del governo cinese, ma se non bastasse, ora la sua sicurezza è in netto pericolo. E’ quanto riportato da una società di sicurezza informtaica, la Cyble. Stando alle rivelazioni degli esperti, nel mese di aprile, un gruppo di hacker avrebbe sottratto password e credenziali, durante le videochiamate Zoom agli inconsapevoli utenti. Lo scopo sarebbe quello di vendere i dati, per pochi centesimi di dollari, sul dark web. Ovviamente, pochi centesimi per ogni dato, quindi nel marasma si attesterebbe un mercato abbastanza sostanzioso di dollari.

Videochiamate Zoom finite nel dark web

Dunque, il proliferante dark web, da sempre ricettacolo di informazioni segrete governative, ma anche di commerci illeciti di pornografia e morte, droghe e armi, stavolta sarebbe divenuto terreno fertile per riversare 500 mila persone e i propri dati alla mercé di chi fosse interessato a spiarli o rubargli gli account. Nel frattempo, la azienda Zoom ha detto di aver preso le dovute misure di sicurezza per contrastare lo spiacevole accaduto. Consigliando anche di cambiare la password ai propri utenti, onde evitare di essere vittime di intrusioni da parte di terzi. Sta di fatto che Google ha vietato ai propri dipendenti di usare Zoom per le videochiamate di lavoro. Quindi, un’ altra bella bega per Zoom, in questo periodo in cui è particolarmente gettonato per le videochiamate, al tempo della quarantena da Coronavirus.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp