Viktoria Modesta, la prima cantante sexy e bionica

Viktoria Modesta è una cantante e modella del regno unito di origine lettone che ha fatto della sua disabilità il suo marchio di fabbrica nella carriera di cantante. Infatti, l’artista non ha mai pensato alla sua disabilità come un punto debole, ma piuttosto un punto di forza.

Per chi non la conoscesse è arrivato il momento di conoscerla. Viktoria Modesta non è la classica cantante diva che canta la diversità, ma bensì, a differenza di subirne gli effetti contrari, l’ha vissuta in primis. Una storia di rivalsa e di grande costanza e determinazione è la sua. Nella sua vita si è dimostrata tenace e determinata ad avere ciò che desiderava. Ha trasformato la sua “diversità” in un marchio di fabbrica e, soprattutto nel suo punto di forza. Scopriamo questa fantastica e nuova storia, punto di ispirazione per altri.

Chi è Viktoria Modesta

Classe 1987, Viktoria Modesta, all’anagrafe Viktorija Moskaļova, è nata in Lettonia, precisamente a Daugavpils, che all’epoca faceva parte dell’Unione Sovietica. A 12 anni, si trasferisce con la famiglia nel Regno Unito. A causa di un incidente di nascita che ha danneggiato la sua gamba sinistra, Viktoria Modesta all’eta di 6 ne vedeva gli effetti. A differenza di tutti gli altri bambini, aveva una gamba che non cresceva nella norma. Questa cosa la resa oggetto di commiserazione e commenti non poco carini. Non accettando questo suo limite, Viktoria Modesta prende una grande ma intelligente decisione per la sua età. A soli 15 anni decide di farsi amputare la gamba sinistra così da non avere più problemi nel camminare.

Modella e cantautrice

A quella stessa età, Viktoria Modesta intraprende la carriera da modella ed appare su copertine di alcune riviste come “Bizzarre” e “Skin Two”. A seguire, nel 2010 Viktoria Modesta pubblica il suo primo EP intitolato EP1. Seguono anni di successo, fino ad arrivare alle paralimpiadi 2012, dove canta la sigla di chiusura dei giochi, esibendosi come regina delle nevi. Nel 2014 un successo globale è la canzone, se non addirittura lo stesso videoclip “Prototype”, che ha ricevuto oltre 6 milioni di visualizzazioni.

Una disabilità usata come forza

Viktoria Modesta si ritiene soddisfatta della sua scelta di amputare la gamba sinistra. E, sebbene il suo corpo non è stato considerato a norma, l’artista ne è molto fiera. Le sue protesi sono delle vere e proprie opere d’arte e di tecnologia avanzata, e sono diventate il fiore all’occhiello della sua immagine. Viktoria Modesta è l’esempio di una concezione più sensuale ed artistica della disabilità.

leggi anche: Tim Harris, il primo proprietario con sindrome down di un ristorante


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.