Vini italiani pregiati, un viaggio di sapori attraverso il Bel Paese

Richiestissimi ed esportati in tutto il mondo, i vini italiani pregiati sono una vera e propria bandiera del Made in Italy.

Richiestissimi ed esportati in tutto il mondo, i vini italiani pregiati sono una vera e propria bandiera del Made in Italy. Il Bel Paese si distingue dappertutto per quanto concerne la qualità. I vini nostrani si piazzano infatti tra quelli più pregiati del mondo. Impossibile trascurare l’imbattibile binomio tra vini e cucina italiana, che contribuisce sicuramente ad esaltare maggiormente il sapore del nettare di Bacco. La produzione vitivinicola italiana presenta numerosi prodotti di pregio riconosciuto in tutto il mondo.

Tra i vini italiani pregiati troviamo alcuni dei rossi più famosi al mondo, riconosciuti per la bontà del loro sapore, deciso ed indimenticabile, proprio come lo stesso carattere del nostro Paese. Tra i rossi più pregiati della nostra Penisola non possiamo trascurare il Valpolicella ed il Montepulciano, ma ogni regione presenta indimenticabili varietà di uve da cui si ottengono prodotti dal sapore esclusivo ed imperdibile.

In un immaginario viaggio da Nord a Sud alla scoperta dei vini italiani pregiati, passiamo attraverso il corposo Nebbiolo d’Alba ed il Barolo, direttamente dal Piemonte. Il Barolo, celebre in ogni angolo d’Europa era il vino prediletto dalle casate nobiliari e le prime attestazioni storiche di questo vino sono piuttosto recenti, aggirandosi intorno all’Ottocento. Andando verso il centro dello stivale abbiamo il classico Chianti ed il Brunello, mentre il Tacco ci riserva l’ottimo Primitivo di Manduria. Tra le isole la Sardegna ci lascia il sapore del Cannonau, indimenticabile per veri intenditori.

I bianchi non sono da meno in questa gara fatta di pregio e bontà, indimenticabile il Pinot bianco italiano, anche se prodotto con uve importate dalla Francia, il Franciacorta, prodotto con uve Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero. Dal centro della penisola entra in competizione il Verdicchio, famosissimo sin dagli anni Cinquanta per la sua tipica bottiglia a forma di anforetta, oltre al Cinque Terre ligure, raro e rinomatissimo. Il Greco di Tufo, direttamente dalla Campania porta in alto il nome del sud, tra i trionfi delle uve nostrane.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.