Visita fiscale e fasce di reperibilità: esonero con invalidità al 67%?

Esonero fasce di reperibilità della visita fiscale per assenze di malattia per dipendenti privati e pubblici: alcune informazioni utili e le patologie invalidanti.

Le assenze per malattia fanno scattare la visita fiscale nelle fasce di reperibilità stabilite dalla vigente normativa, da parte del datore di lavoro o Inps. L’esonero delle fasce di reperibilità viene certificato dal medico curante in base ai recenti decreti che dettano le norme sull’obbligo di rispetto delle fasce di reperibilità. La normativa prevede Il medico curante primo certificatore può applicare solo ed esclusivamente le “agevolazioni”, previste dai vigenti decreti quali uniche situazioni che escludono dall’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità. Le fasce di reperibilità sono diverse in base al settore di appartenenza (pubblico o privato).

Esonero dalle fasce di reperibilità per la visita fiscale

Un lettore ci pone la seguente domanda: Gentilissimi,

Sono una paziente affetta da FOP e trombofilia con precedente esito TIA

Chiedevo se avendo ottenuta certificato invalidità al 67% sono esonerata dalla visita di controllo da parte del datore di lavoro o INPS.

Grazie cordiali saluti

A.C.

Prima di addentrarci nella risposta una breve panoramica tra le differenze di dipendenti privati e pubblici in assenza per malattia.

Esonero visita fiscale dipendenti privati

Per i lavoratori subordinati dipendenti dai datori di lavoro privati, l’esonero è previsto per:

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • stati patologici connessi alla situazione di invalidità riconosciuta pari o superiore al 67%.

Per i dipendenti pubblici

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle prime tre categorie della “tabella A” allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, ovvero a patologie rientranti nella “tabella E” dello stesso decreto: Visita fiscale dipendenti pubblici Tabella A e Tabella E;
  • stati patologici connessi alla situazione di invalidità riconosciuta pari o superiore al 67%.

Ricordiamo che i dipendenti pubblici in riferimento alle assenze di malattia la retribuzione è diversa. È possibile trovare qui tutte le informazioni: Malattia dipendenti pubblici: decurtazione 10 giorni, incidenza TFS e pensione, esami e congedo cure (guida completa)

L’invalidità al 67% da diritto all’esonero visita fiscale?

Riepilogando, non basta avere un’invalidità uguale o superiore al 67%, ma bisogna trovarsi in una particolare condizione. Il medico curante è il primo verificatore che attribuisce l’esonero, quindi le consiglio di rivolgersi a lui. Inoltre, può verificare se la sua patologia rientra nelle patologie che danno diritto all’esonero in quest’articolo: Visita fiscale e fasce di reperibilità: elenco patologie invalidanti che danno diritto all’esonero


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”