La maggioranza si spacca sul voto per i presidenti delle commissioni alle Camere

Un acceso e complesso dibattito ha preceduto le votazioni per i presidenti delle 28 commissioni permanenti di Camera e Senato

Le votazioni per i presidenti delle 28 Commissioni permanenti alla Camera e al Senato si sono concluse a notte fonda, dopo un acceso dibattito che ha mandato in tilt la maggioranza. Ostruzionismo non solo da parte dell’opposizione ma anche dagli stessi partiti di Governo. 

Il voto per i presidenti delle Commissioni

Nonostante gli accordi che sembravano essere stati sanciti fra i partiti di maggioranza, PD, Movimento 5 Stelle, Leu e Italia Viva, nelle varie commissioni non sono mancati i colpi di scena. Durante la votazione per i presidenti delle commissioni a Palazzo Madama la maggioranza è andata sotto per ben due volte, perdendo la commissione Giustizia e la commissione Agricoltura. 

In entrambi sono stati, infatti, confermati due presidenti della Lega. Il senatore Gianpaolo Vallardi ha avuto la meglio sul candidato pentastellato Pietro Lorefice in commissione Agricoltura. Discorso analogo per la commissione Giustizia, dove Andrea Ostellari (Lega) ha battuto Pietro Grasso (Leu), che, secondo gli accordi, avrebbe dovuto avere la nomina. In seguito il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha abbandonato la riunione.

I voti alla Camera

Il clima non è stato più sereno alla Camera. Qui, la prima votazione aveva visto la vittoria del deputato renziano Catiello Vitiello come presidente della commissione Giustizia di Montecitorio. Ha, però, rifiutato l’incarico, imponendo una nova votazione. Dopo l’occupazione della commissione e l’ostruzionismo da parte del centrodestra si è proceduto ad un secondo voto. Con 26 voti a favore è stato eletto il candidato 5 Stelle Mario Perantoni. 

Per quanto riguarda gli altri presidenti di commissione, il Partito Democratico ha avuto gli Esteri con Piero Fassino, il Lavoro con Debora Serracchiani, l’ambiente con Alessia Rotta, le Attività produttive con Martina Nardi e la commissione Bilancio con Fabio Melilli. Al Movimento 5 Stelle, oltre alla commissione Giustizia, sono spettate la Difesa con Gianluca Rizzo, la Cultura con Vittoria Casa, le Politiche Ue con Sergio Battelli, gli Affari sociali con Marialucia Lorefice e l’agricoltura con Filippo Gallinella. Presidenti della commissione Trasporti e della commissione Finanze, invece, sono i due deputati di Italia Viva, rispettivamente Raffaella Paita e Luigi Marattin. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp