Vuoi assumere una colf? Ecco come fare

Ecco cosa devi fare se vuoi assumere un lavoratore domestico

Se vuoi assumere una colf ma non sai nulla al riguardo, sei capitato proprio sull’articolo giusto, perché cercherò di spiegare alcune procedure che devi seguire.

Assumere una colf, badante, giardiniere, manutentore o lavoratore domestico in generale, ecco come fare

Prima di tutto, bisogna sapere che per assumere una colf, giardiniere, badante, manutentore, ecc, non è cosi complicato come assumere altri lavoratori dipendenti.

Il primo passo da fare e inquadrare il lavoratore domestico in un modo corretto, poi scrivere un contratto di lavoro e avvisare l’INPS. Se vuoi assumere una domestica saltuariamente ci sono alcuni passaggi da seguire. Cerchiamo di chiarire un po’ la questione.

Leggi anche: Spese per badanti si possono detrarre nel modello 730 2018: ecco come fare

Non tutte le lavoratrici che si occupano delle pulizie si possono chiamare colf e di conseguenza essere assunte in qualità di domestiche.

Le lavoratrici domestiche sono quelle che offrono un servizio presso la vostra vita familiare, con una certa continuità, salvo alcuni casi di allontanamento. In questi casi, il datore di lavoro potrebbe essere una persona fisica, una famiglia oppure si tratta di una vera e propria comunità.

Bisogna sapere che per assumere una colf, dipende anche dalle mansioni che essa andrà a svolgere, dalle sue responsabilità e competenze. La stessa cosa vale anche per lo stipendio che varia in base alle mansioni che svolge.

Il lavoro domestico può essere reso in regime di

Convivenza: sia servizio intero che servizio ridotto

Non convivenza: che potrebbe essere part-time oppure full-time

Per quanto riguarda il contratto di lavoro si può assumere sia a tempo determinato che a tempo indeterminato, ma se si tratta di un tipo di lavoro occasionale allora si possono utilizzare i voucher oppure Libretto famiglia.

Ecco i livelli di inquadramento delle colf

In base alle mansioni svolte e le competenze, i lavoratori domestici, vengono inquadrati in:

A e AS per i lavoratori privi di esperienze e che non sono adatte all’ assistenza di persone

B E BS per i lavoratori senza esperienza ma che svolgono le loro mansioni in totale competenza

C e CS per i lavoratori che possiedono conoscenze sia teoretiche che tecniche in base alla mansione da svolgere

D e DS viene utilizzato in caso in qui il lavoratore deve prendere alcune responsabilità come ad esempio assistenza specifica di persone non autosufficienti.

Guida lavoro domesticoEcco come si fa la lettera di assunzione colf

Il datore di lavoro, dopo che ha valutato bene il livello di inquadramento del futuro lavoratore, dovrà consegnare al dipendente una lettera di lavoro col seguente contenuto:

La data di inizio lavoro

La somma che pagherà per il suo lavoro

Mansioni e livello di inquadramento

Se ci sta la convivenza, deve essere specificata

Orario di lavoro

La retribuzione pattuita

Cassa colf che sarebbe la contribuzione di assistenza contrattuale

Luogo dove dovrà svolgere il suo lavoro

Il periodo di ferie annuale

Eventuali clausole specifiche

Comunicare l’assunzione della colf, ecco come fare

Una volta scritto il contratto di lavoro, va consegnato all’Inps, praticamente prima del giorno di inizio del rapporto lavorativo. La comunicazione viene fatta anche se il lavoratore si trova in periodo di prova.

La comunicazione può essere fatta sia online sia contattando il call center INPS-INAIL, al numero: 803.164 per rete fissa e 06164164 dal cellulare.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.