Vuoi lasciare il lavoro? Ecco le domande da porre al tuo consulente

Se hai intenzione di lasciare il tuo lavoro, prima rivolgiti al tuo consulente finanziario e ponigli queste fondamentali domande.

Sei in procinto di lasciare il tuo lavoro? Qualsiasi sia la motivazione che ti spinge a farlo, sappi che prima dovresti rivolgerti al tuo consulente finanziario. Lui ti aiuterà a prendere la decisione migliore e ti illustrerà il percorso da seguire in base alle tue necessità. Ecco le principali domande che, secondo BussinessInsider, dovresti rivolgergli.

Aiuto-consulenza

Hai intenzione di lasciare il tuo lavoro? Qualsiasi sia il motivo alla base di questa decisione, ciò che devi fare prima di ufficializzare le dimissioni è chiedere informazioni al tuo consulente finanziario. Egli, infatti, potrà aiutarti a prendere la decisione giusta, in particolare, ti chiarirà un po’ il futuro che ti aspetta una volta lasciato il tuo lavoro. Secondo quanto riporta un articolo apparso su “BussinessInsider”, ci sono delle domande in particolare che un lavoratore dovrebbe sempre porre al suo consulente.

La prima in assoluto è “Come posso avere un buon ammortizzatore e rendermi conto delle spese impreviste?”. In tal caso, il professionista vi consiglierà di verificare quanto si è risparmiato nel corso degli anni e vi spiegherà che tipo di indennità vi spetta in base al tipo di lavoro e a ciò che è previsto dalla legge. Inoltre, insieme potrete esaminare le probabili spese che potrebbero sopraggiungere nel corso dei mesi successivi alle dimissioni e calcolare quanto tempo ci vorrà per trovare un nuovo impiego. Ricordate: la pianificazione in casi del genere è fondamentale per non ritrovarsi in serie difficoltà.

Pensione

Un’altra domanda fondamentale da porre riguarda la pensione e la vostra posizione previdenziale:

  • chi ha investito in fondi complementari potrà verificare la propria situazione insieme al suo consulente. Qualcuno potrebbe pensare di usare i soldi messi da parte per la pensione, ma sarà il consulente a suggerirvi la scelta migliore da fare. Ricordate che è un professionista e tutto ciò che vi sarà detto non è da sottovalutare;
  • se si decide, invece, di avviarsi verso la libera professione, è opportuno chiedere al consulente se, in base alla vostra situazione economica, sarà possibile mettere da parte soldi per la pensione.

Ti potrebbe interessare anche: In pensione di vecchiaia e anticipata con 58 e 61 anni di età


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.