Whatsapp, come spiare un contatto in tempo reale

Grazie ad una funzione presente all’interno dell’app stessa di WhatsApp, è possibili spiare qualsiasi nostro contatto senza dover scaricare ulteriori app o software.

Non vi fidate del vostro partner, e magari avete anche qualche dubbio di troppo, oppure semplicemente non vi v giù il fatto che un contatto abbia visualizzato il vostro messaggio senza però rispondere. Bene, diciamo che sono dei buoni motivi, almeno letti in buona fede, per poter giustificare la vostra azione di spionaggio su WhatsApp. Certo, esistono molte app realizzate proprio per questo scopo, ma esiste anche un altro modo per spiare un contatto, in modo del tutto gratuito e in modo più sicuro. Diamogli un’occhiata.

Come spiare in tempo reale un nostro contatto su WhatsApp?

Attenzione, ci teniamo a dire che spiare un cellulare altrui, con tanto di dispositivo manipolato, è severamente vietato ed è considerato reato a tutti gli effetti. Quindi, con questo vogliamo dirvi che, spiare è sbagliato e deve essere fatto solo in caso necessario ed estremo. Allora, possiamo realmente partire.

Per poter spiare liberamente possiamo addirittura utilizzare una funzione già esistente all’interno della nostra app di WhatsApp, quindi non avrete più bisogno di app, dispositivi, software o quanto altro.

La data del 21 gennaio 2015 è una data molto importante in questo campo, dato che in tale giornata è stata pubblicata la versione desktop per l’app di messaggistica ora governata da Facebook. Così facendo, viene garantito un mirroring delle nostre conversazioni su grande schermo tramite un PC o un notebook. Questa funzione ha lo svantaggio di minare la privacy in quanto il funzionamento di tale opzione implica solo una semplice scansione veloce del codice QR associato al profilo. Chiunque arrivi ad ottenere l’immagine può spiarci, oltre che ad avere la facoltà di visualizzare orario e stato della connessione, ma anche testi, emoji, sticker e contenuti multimediali scambiati con i contatti. Ovviamente, in questo caso abbiamo il duplice uso della medaglia: possiamo spiare, ma allo stesso modo possiamo anche essere spiati.

Nel caso in cui la nostra preoccupazione sia quella di essere sotto osservazione, abbiamo la facoltà di scegliere di disattivare l’accesso attraverso l’apposita opzione chiamata Disconnetti da tutti i dispositivi che si trova in fondo alla sezione Web. Così facendo, restiamo al sicuro, anche se dobbiamo prendere atto del fatto che ci sia la possibilità che un utente esperto possa passare del tutto inosservato operando una modifica nella gestione delle notifiche tramite app del tipo Tasker e simili.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.