Whatsapp: sticker pericolosi in circolo

La polizia ci avvisa del pericolo degli sticker su whatsapp

Whatsapp è il sistema di messaggistica più usato sui cellulari di mezzo mondo, tra le ultime novità, ci sono gli sticker, spesso personalizzati, immagini che sostituiscono le emoticons, ma che talvolta possono simboleggiare o espandere contenuti malevoli. E’ il nuovo pericolo di whatsapp segnalato dalla polizia postale.

Whatsapp: virus e crimini via sticker

Sono adesivi gratuiti, spesso personalizzati, scaricabili e inviabili su Whatsapp e stanno riscuotendo grande successo tra giovani e non. Sono gli sticker. Spesso buffi, caricaturali, innocui e simpatici, talvolta possono addirittura contenere virus o malware quando vengono scaricati. Ma, con un annuncio su Facebook, nelle ultime ore, la polizia postale ci informa che possono violare perfino la legge, con contenuti violenti, discriminatori, o perfino pedopornografici.

“Di recente, tra i giovani e i giovanissimi, la nuova frontiera dell’instant messaging è rappresentata dagli sticker, fenomeno in crescente diffusione, che consiste nella condivisione, sulle piattaforme di messaggistica istantanea, di adesivi digitali gratuiti, a contenuto offensivo, violento, discriminatorio, antisemita, nonché pedopornografico. Negli ultimi mesi anche WhatsApp ha offerto agli utenti la possibilità di utilizzare, accanto a emoji, gif e pacchetti di sticker messi a disposizione dall’applicazione stessa, anche la possibilità di crearne di personalizzati, ricavandoli da fotografie reali, tramite diverse App gratuite, disponibili per IOS e Android, che ne consentono la modifica. Questo tipo di servizio sta ricevendo il consenso degli utenti preadolescenti e adolescenti, che spesso ne fanno un uso improprio, diffondendo adesivi digitali dai contenuti illeciti (pedopornografici, xenofobi, discriminatori, etc.), che configurano reati gravi.”

Questo è quanto riportato in un annuncio su Facebook dalla polizia postale. Quindi, da ora in poi, prestate maggiore attenzione agli sticker su Whatsapp.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp