Zeppoline di pasta cresciuta alle olive variante golosa

Una ricetta deliziosa e semplice da fare, adatta come antipasto e aperitivo, le famose zeppoline di pasta cresciuta di origine napoletane; ecco come si fanno

Le zeppoline di pasta cresciuta sono uno street food; classico cibo da strada della cucina napoletana. Si tratta di frittelle salate di forma rotonda un po’ irregolare, preparate con acqua, farina e levito. Un impasto molto idratato che viene prelevato con un cucchiaio e fritto in olio bollente, un prodotto soffice e delizioso. A Napoli si vendono nelle friggitorie e pizzerie, si possono comprare a qualsiasi ora del giorno e sono vendute insieme ai panzarotti e altri prodotti tipici come gli scagnozzi (polenta tagliata in triangoli e fritta).

Zeppoline di pasta cresciuta alle olive

Le zeppoline alle olive sono la variante delle classiche pasta cresciute, aggiunte all’impasto base; al quale si possono aggiungere qualsiasi ingrediente, dai salumi alle verdure e anche le alghe. Sono ottime come antipasto e come portata di mezzo tra il primo e il secondo piatto, ma sono perfette anche come aperitivo e spezza fame. L’impasto è davvero facile e semplice da fare si prepara in pochi minuti, solo acqua, farina, lievito e sale. Le zuppulelle così chiamate in dialetto a Napoli, sono soffici all’interno e leggermente croccanti all’esterno. Per una buona riuscita in morbidezza e leggerezza, l’impasto deve essere quasi liquido e deve avere due lievitazioni. A questo punto non resta che andare agli ingredienti e procedimento.

Ingredienti: impasto base

  • Farina per pizza tipo 0 500 g
  • Acqua 500 ml
  • Lievito secco 4 g
  • Sale 8 g
  • Pepe Q.B

Farcitura: Olive snocciolate bianche e nere 100 g

  • Olio di semi di arachidi 1 lt

Preparazione: zeppoline di pasta cresciuta

In una ciotola setacciare la farina, aggiungere il lievito e mescolare, unire anche il pepe e mescolare. Aggiungere l’acqua un po’ per volta, sempre mescolando, amalgamando energicamente senza creare grumi. Per ultimo aggiungere il sale, mescolando bene ancora per qualche minuto, coprire con pellicola e aspettare il raddoppio.preparazione zeppoline Ci vorrà circa un’ora e mezza, intanto preparare le olive snocciolate e tagliate in pezzi. Quando l’impasto al raddoppio, presenta tante bollicine in superficie, sbattere con una forchetta e aggiungere le olive; mescolarle all’impasto, coprire di nuovo con pellicola e attendere il raddoppio. zeppoline alle oliveRiscaldare l’olio a 170°, prelevare un po’ d’impasto con un cucchiaio bagnato; per ottenere delle zeppoline di forma abbastanza tondeggiante, usare due cucchiai, con cui lavorare facendo roteare un po’ l’impasto sulla punta dei due cucchiai e poi trasferirlo nell’olio bollente.frittura zeppoline

A contatto con l’olio caldo le zeppoline gonfieranno, far cuocere girandole ogni tanto fino a doratura. Prelevarle con un mestolo forato e trasferirle inizialmente in un colino a maglie fitte per far colare l’olio e poi su un piatto con carta assorbente. Questo serve a sgocciolare l’olio e far in modo che rimangano croccanti esternamente. Continuare così fino a esaurimento dell’impasto, servire le zeppoline calde, se si vuole si può aggiungere del sale in superficie. Leggi anche: Crocchè fatta in casa, la vera ricetta napoletana


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.