Banconote rovinate? Ecco come farsele cambiare

-
18/04/2018

Banconote rovinate possono essere sostituite dalla Banca d’Italia, ma non sempre

Banconote rovinate? Ecco come farsele cambiare

Banconote rovinate – È capitato a tutti di ritrovarsele tra le mani e non sapendo se fosse possibili spenderli o meno.

In questo articolo diamo tutte le informazioni su se e come è possibile cambiare queste monete.

Sono varie le cause per cui una banconota possa essere logorata, danneggiata o strappata. Le banconote possono essere risciacquate in lavatrice, macchiate con il caffè, mangiucchiate dal cane e fatti a brandelli, una soluzione potrebbe essere rimettere insieme i pezzi con il nastro adesivo o asciugarla con l’asciugacapelli e capire se queste sono ancora spendibile o è possibile cambiarle.

Banconote logorate, danneggiate o mutilate: quali sono

Le banconote rovinate possono essere di diverso tipo ed in base a ciò vi è anche una soluzione diversa per cambiarla.

Le banconote sono logore quando sono rovinate per l’umidità, dalla presenza di agenti chimici nelle vicinanze o semplicemente scolorite a causa del utilizzo.

Le banconote rovinate sono dette danneggiate quando è macchiata, sporca in modo accidentale.

Le banconote sono mutilate quando manca un pezzo o più di uno.

Come chiedere il cambio delle banconote rovinate

Il cambio delle banconote rovinate si può chiedere allo sportello della Banca d’Italia, non è detto che però questo sempre avvenga. Le banconote presentate allo sportello verranno esaminate e se presentano i requisiti di rimborsabilità, vengono sostituite con banconote nuove. Invece se siamo in presenza di banconote mutilate queste devono essere almeno un po’ più del 50% delle banconote originali, altrimenti non si può chiedere la sostituzione.

Come requisito di rimborsabilità vi è anche l’intenzionalità del danneggiamento, se le banconote presentate allo sportello di Bankitalia vengono considerate danneggiate di proposito allora queste vengono ritirate e non cambiate, se invece si ritiene che il possessore è in buona fede e il danneggiamento alla banconota è stata casuale allora queste vengono sostituite.

In caso di dubbi sulla rimborsabilità delle banconote, queste vengono ritirate e inviate all’Amministrazione Centrale dove, una commissione di esperti valuta la loro rimborsabilità.

A chi rivolgersi per il cambio delle banconote rovinate

Per cambiare le banconote rovinate bisogna rivolgersi agli sportelli della Banca d’Italia che offrono questo servizio, si può chiedere la sostituzione anche agli sportelli bancari o agli uffici postali, i quali però potrebbero rifiutare si prestare questo servizio in quanto non sono obbligati ad offrirlo.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Ci possono essere alcuni casi particolare in cui la Banca d’Italia può chiedere un certificato di avvenuta sterilizzazione o disinfestazione, se si è in presenza di denaro di dubbia provenienza o di condizioni particolari delle stesse banconote.

La Banca d’Italia per mantenere un buon livello di qualità delle banconote in circolazione, ritira periodicamente quelle che ritengono rovinate e vengono sostituite con banconote nuove.

Le banconote rovinate sono spendibili?

Se per caso vogliamo pagare un negoziante con una banconota eccessivamente rovinata è diritto del venditore rifiutare tale banconota, come è diritto del cliente rifiutare come resto una banconota che si ritiene troppo danneggiata.