Pensioni, calendario pagamenti 2023: quando arriva l’assegno

-
20/12/2022

Pensioni, calendario pagamenti 2023: quando arriva l’assegno

Con l’avvento del nuovo anno molti percettori di pensione si stanno domandando quando arriveranno i pagamenti degli assegni di natura previdenziale o assistenziale. Dopo il termine dell’emergenza dovuta alla pandemia sono infatti tornate in essere le regole ordinarie di pagamento. Le quali prevedono l’accredito della pensione il primo giorno bancabile del mese.

Ovviamente questo per chi ha scelto di far arrivare l’emolumento direttamente sul conto corrente bancario o postale, oppure su un altro strumento dematerializzato. Per chi invece sta ancora optando per il pagamento in contanti, la pensione viene garantita secondo il calendario alfabetico per cognome. In questo caso, poste italiane provvede di mese in mese a confermare i giorni nei quali è possibile ritirare il mensile.

Pensioni, calendario pagamenti 2023: quando viene pagata nel nuovo anno

Venendo quindi al quesito sui pagamenti delle pensioni nel corso del 2023, bisogna innanzitutto sottolineare che l’Inps applica le stesse regole a diverse tipologie di prestazioni. Rientrano nelle casistiche che vedremo:

  • le pensioni di natura previdenziale;
    le pensioni di natura assistenziale (come l’assegno sociale o le pensioni di invalidità);
    le rendite vitalizie.

Anche l’Inail segue le stesse regole, visto che le rispettive rendite vitalizie vengono pagate il primo giorno bancabile del mese. Cosa significa questa dicitura? Con l’accezione si intende che l’assegno viene accreditato il primo giorno non festivo o non domenicale.


Leggi anche: Concorsi pubblici 2023, 40.000 assunzioni per Trenitalia: come essere assunti, quanto si guadagna, che diploma serve, quando scade

Cosa cambia tra banche e Poste Italiane su pensioni e calendario pagamenti 2023

Il giorno bancabile risulta però differente da istituti di credito e Poste Italiane, visto che nel secondo caso i giorni di lavoro vanno dal lunedì al sabato. Mentre nei primi sono da considerare come bancabili i giorni che vanno dal lunedì al venerdì. È chiaro quindi che il calendario pagamenti delle pensioni sarà differente in base alla scelta di far accreditare il proprio assegno su un conto postale o bancario.

Pensioni, calendario pagamenti 2023: ecco le date per il nuovo anno

Tenendo a mente quanto appena esposto, è già possibile determinare quale sarà il calendario dei pagamenti delle pensioni per l’anno 2023. Si parte con i pagamenti unificati del 3 gennaio e del 1° febbraio per banca e Poste.

A marzo le pensioni saranno pagate in banca il giorno 1 ed in Posta il giorno 2. Ad aprile il pagamento avverrà il giorno 3 in banca ed il giorno 1 in Posta. Maggio e giugno vedranno i pagamenti convergere sul primo giorno del mese, mentre a luglio le pensioni saranno pagate il giorno 3 in banca ed il giorno 1 in Posta.

Infine, agosto e settembre vedranno avvenire i pagamenti il giorno 1 per entrambi gli istituti, mentre ottobre e novembre il giorno 2. Si chiude l’anno con il pagamento di venerdì 1° dicembre 2023 sia per le banche che per Poste Italiane.

Pagamento pensioni a gennaio 2023: l’assegno arriva il secondo giorno bancabile

Tirando le somme, nel mese di maggio e giugno chi ha l’accredito in Posta potrà ricevere la pensione un giorno prima che in banca. Per il resto, nel nuovo anno i pagamenti saranno piuttosto allineati. Da notare che nel mese di gennaio il pagamento della pensione sarà effettuato il secondo giorno bancabile del mese.

Si tratta di un’eccezione per l’inizio dell’anno, in modo da dare all’Inps il tempo di aggiornare i propri sistemi informatici. Infatti, a partire dal nuovo mese ci saranno gli aggiornamenti contabili all’inflazione, oltre ai vari meccanismi di riconteggio legati agli adempimenti fiscali.


Potrebbe interessarti: Bonus busta paga 2023, commercio e dipendenti: a chi spetta, quando viene pagato, chi ha diritto all’ex bonus Renzi